close
dimora_dei

Itinerario esclusivo per scoprire l’anima profonda dell’Indonesia

L’Indonesia vanta un’antica tradizione per la cura del corpo, considerato per questa cultura un tramite per entrare in contatto con la dimensione più profonda dell’essere. La storia raffi nata dell’arcipelago è legata al benessere e alla natura, rigogliosa e incontaminata, tra foreste, reef straordinari, acque cristalline che la rendono unica, al punto da essere stata scelta, secondo la tradizione, come dimora dagli dei, incantati da un ambiente troppo affascinante per essere riservato solo agli uomini. Vengono proposte diverse tipologie di esperienze nell’arcipelago, per tagliare su misura del viaggiatore un soggiorno che rilassi la mente e stupisca i sensi. Sumba Un’isola poco conosciuta, un resort esclusivo, una natura di rara bellezza e un mare cristallino sono gli ingredienti che fanno di Sumba un luogo incantato per i viaggiatori che cercano relax e riservatezza. A Sumba, a sud della più famosa Bali, si possono visitare le cascate d’acqua dolce, farsi cullare da suoni delicati, dedicarsi al surf, al diving, alla pesca e prendere un aperitivo sul mare al tramonto. Sumba mantiene e conserva la sua antica storia nelle tradizioni ancora oggi vive e lontane da una modernità banale, e con le tracce delle civiltà che la ha abitata: tombe megalitiche, antiche abitazioni e rituali animisti della popolazione. L’hotel esclusivo consigliato è il Nihiwatu Resort, Best Hotel 2005, oasi di rara bellezza, dove avventura, cultura e stile si incontrano. La cerimonia più spettacolare di Sumba è la “Pasola”, durante la quale centinaia di cavalieri combattono armati di lancia. È un evento molto cruento, al cui apice, una volta i cavalieri si ferivano gravemente. Un’antica credenza narra di come il sangue sparso durante questo evento favorisca un fiorente raccolto. Pochi posti al mondo sono più indicati di Nihiwatu per lo Yoga. È disponibile un istruttore per pratiche private o di gruppo. Le lezioni si tengono in una tradizionale casa degli spiriti sumbanese, per favorire concentrazione e meditazione. Se l’onda perfetta esiste, sarà possibile cavalcarla a soli 300 metri da Nihiwatu. Il periodo migliore va da maggio a ottobre, durante la luna piena. Dove lo sport incontra il misticismo, si potrà vivere un nuovo approccio al surf, da aff rontare attraverso lo yoga che aiuterà a superare le paure in maniera originale. Per godere di un relax esclusivo sono due le strutture disponibili: la Jungle spa, immersa nella foresta, dove ogni senso verrà stimolato e la Beach Spa, dove si potrà essere accarezzati da massaggi sapienti e dal rumore ancestrale delle onde che si infrangono sulla spiaggia bianca. Bali – Nusa Dua Nusa Dua è sicuramente l’area di Bali più stupefacente, talmente particolare da sembrare un’altra isola: poco frequentata, isolata, circondata da un mare vigoroso su cui si erge con scogliere imponenti.

Come residenza Bradipo propone, Th e Balè, proprietà innovativa e di grande stile. Le ampie ville offerte agli ospiti dotate di piscina privata, sono riservate e assistite da un servizio accurato ed elegante che garantisce un tratto esotico al soggiorno. A disposizione degli ospiti, una Harley, per girovagare per la chiassosa Seminyak, o dirigersi verso la mistica montagna delle scimmie ad Ubud. L’Healer, che attualmente si occupa del resort, può vantare un percorso personale profondo, di ricerca ed approfondimenti nell’arte della cura. Si occupa prevalentemente di riflettere sull’analisi dei processi mentali che il corpo rivela e che sono in grado di bloccare il raggiungimento del benessere, aiutando a sviluppare equilibri latenti, tramite una delicata apposizione della tecnica Reiki. Il percorso è coadiuvato da una dieta determinata individualmente, e dalla bellezza dell’isola, degna degli dei. Il resort off re altri cinque master, ognuno dedicato ad un tema specifico. I trattamenti non sono comuni, ma aff ondano la propria forma nella cultura di quest’isola antica, e sono dedicati alla ricerca del relax nel corpo attraverso la mente. L’utilizzo delle pietre, dei cristalli, del caffé , dei suoni, produce un’esperienza sensoriale completa. Kayumanis Si tratta di un circuito esclusivo di Bradipo Travel, che permetterà di assaporare il gusto esotico di una cultura favorita dagli elementi e da un gusto artistico esuberante ed unico. Le proprietà di questo gruppo sono caratterizzate da massima attenzione al servizio, riservatezza, eleganza, in ville estremamente spaziose. La posizione dei resort è particolarmente indicata per assaporare le sfumature della cultura indonesiana: scoprire l’arte e la cultura di Ubud, la romantica dolcezza di Jimbaran, e il fascino di Nusa Dua, isola nell’isola. Sono assicurate esperienze corredate da signature treatment, cene esclusive, ed un butler perennemente a disposizione degli ospiti in modo da organizzare su richiesta qualsiasi tipologia di attività. 120 Business&Gentleman aprile – giugno 2008 Cangu (Batu Bolong Temple) – Tugu Art Hotel Costruito sulla passione per un’arte erudita e per una bellezza talmente intensa da apparire irreale, Tugu è un museo aperto arredato da pezzi unici, di proprietà di un collezionista d’arte, che si mescolano nel carattere esotico dell’ambiente, creando un’atmosfera fuori dall’ordinario. Il resort ospita solo cinque suite, ognuna con una sua storia: Le Mayeurnata ricorda la storia d’amore tra il pittore belga Adrien Jean Le Mayeur de Merprès, che costruì la sua casa a Bali nel 1932, e la sua modella, la bella danzatrice Le Gong; Ni Polok, è arredata con molti oggetti originali, a loro appartenuti e impreziosita dal dono senza prezzo di una vista unica sul tramonto che qui dipinge con il colore della passione il cielo. I trattamenti disponibili nella Spa che sa di museo, sono quanto di più tradizionale si possa trovare sull’isola. Erbe, profumi, modalità concorrono a formare un’esperienza che riverbera sulla bellezza degli oggetti che vi circondano. Chi ama le atmosfere inedite amerà la sala rossa con il suo Tempio Xang Xi, risalante a 300 anni fa, chi invece è legato all’autenticità e alla natura potrà godere dell’antica cucina ”Waroeng Djawa” del periodo Majapahit, dove si possono gustare specialità Javanesi e Balinesi. Per una cena romantica si può scegliere una tavola elegantemente apparecchiata ai bordi di un laghetto di lotus o un barbecue sotto le stelle sulla spiaggia privata, preparata dal catering che si occupa del capo dello stato indonesiano. È inoltre possibile provare la cena “Rajah Tugudom” nella magnifi ca sala Bale Puputan, decorata con antichità appartenute alle famiglie Reali Balinesi. Questo fastoso e storico banchetto racconta come il popolo balinese usava accogliere le grandi spedizioni dei Reali del Regno Majapahit, più di 500 anni fa, quando con il loro seguito si spostavano da Java per raggiungere Bali; i piatti della tradizione e lo spettacolo di danza tradizionale racconteranno una storia ormai persa nel tempo. È possibile approfondire la conoscenza della cucina tradizionale con un corso ad hoc, che svelerà il frutto di centinaia d’anni di tradizioni, di umiltà e della ricchezza della cultura indonesiana. I corsi sono tenuti da Iboe Soelastri, chef che imparò a cucinare dalla nonna da bambino e che attraverso il ricordo e la creatività mantiene viva, rinnovandola continuamente, la cucina del suo popolo. Le lezioni iniziano con la visita ad un tipico mercato dove sarà possibile immergersi nell’atmosfera della vita quotidiana che si svolge sull’isola. La serata terminerà con una cena al Waroeng dove la tradizione vuole si mangi con le mani alla luce delle lampade ad olio, circondati da antiche macine in pietra e scaldavivande in terracotta poste sul fuoco di legna delle tipiche stufe di questa cucina all’aperto per due.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen