close
milano_cuba

Vice Presidente della Casa del Habano di Milano  Serate a tema, eventi, iniziative  per far scoprire agli estimatori  alcuni dei sigari più prestigiosi  al mondo come il ricercatissimo  Magnum Especial.  Continua il viaggio nel mondo  degli habanos in collaborazione  con il prestigioso club milanese
testo di Simone Scelsa, vice presidente della Casa del Habano a Milano

 “Yes we can!”: questo dicevano i fondatori del primo cigar Club  di Casa del Habano al mondo, richiamando scherzosamente il  motto Barak Obama quando, due mesi fa, irridevano lo scetticismo  di chi – ed erano i più – sosteneva l’impossibilità di dare vita  ad un club destinato a fumare solo il meglio della produzione  mondiale di Habanos S.A., solo le edizioni limitate e da collezione,  quelle che sugli scaffali dei negozi non passano neppure. Ed è così che è andata. Aveva ragione il Presidente Gianni Bajlini  e tutti i fondatori. Il Club s’è fatto ed è partito nel migliore dei  modi.
Ma avevano ragione, forse ancora di più, tutti i soci che  hanno aderito senza indugio al progetto. Ci credevano, e credevano  nella forza della loro passione.  Non si spiegherebbe, altrimenti, perché a Roma, il 17 maggio  2008, durante la celebrazione della più importante kermesse del  sigaro cubano in Europa insieme alla Nuit de l’Amateur che si  celebra in Francia ogni anno, fosse proprio il neonato Casa del  Habano Cigar Club Milano il più rappresentato in termini di  soci presenti.
Le iscrizioni al Club nei primi due mesi di vita hanno già registrato  importanti risultati, specie pensando al target, decisamente  esclusivo, al quale il club è rivolto. Non meno esclusive  sono state, d’altra parte, le serate d’apertura, dedicate al Magnum 50 di Upmann in  anteprima nazionale, all’Eminencia di Bolivar (edizione limitata per il mercato svizzero  non presente in Italia), al Cohiba Piramide del 2001 (sigaro preziosissimo e pressoché  introvabile).  Non meno esclusive, anzi probabilmente ancora più ricercate alcune serate dedicate a  temi specifici, specie quella del 30 giugno presso i locali di Casa del Habano a Milano,  dedicata a un sigaro già maturo per le aste di Cristies a Londra: il Magnum Especiales  di H. Upmman! Solo venti sigari contenuti in una confezione dal prezzo stratosferico di  mille euro, ultimi usciti della Collezione Habanos 2007.  Fumare un sigaro come il Magnum Especial è evento pressoché unico per molteplici  ragioni: la prima è la rarità e il pregio del prodotto. Sono davvero pochi al mondo, ed  ancor meno in Italia, i fortunati che hanno potuto stringere tra le labbra un sigaro come  questo, e pochi al mondo sono quelli che possono permettersi di acquistare a cuor leggero  una scatola di sigari dal prezzo di mille euro. Nessuno al mondo, invece, ha mai  avuto la possibilità di fumare un sigaro come questo in una degustazione collettiva. E  qui parliamo di un evento talmente elettrizzante ed irripetibile a cui persino Andrea  Vincenzi, Presidente di Diadema (società che importa in esclusiva gli habanos in Italia) e  neo socio onorario del club, non ha fatto mancare la sua presenza. Essere parte di questo  club, però, non è “solo” questo. I soci beneficiano di un rapporto privilegiato con il locale  (Casa del Habano) e con gli eventi irripetibili da quest’ultimo organizzati. Proprio di  questi eventi – l’ultimo dei quali dedicato agli “alchimisti” della Valle del Cibao – parleremo,  con lo spazio che meritano, nel prossimo appuntamento.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen