close
Moda

Moda: il Gentleman diviso tra etica ed estetica

gentlemen_etica_estetica

Essere gentiluomini oggi è una questione di filosofia tra impegno, valori, responsabilità e capacità di godersi appieno il meglio della vita

Cambiano i tempi, cambiano le mode. Essere gentiluomo oggi è legato a quattro valori principali: sostenibilità, etica, tutela dell’ambiente e tempo libero. È quanto emerge dal nuovo studio condotto dal Future Concept Lab per conto di Reda, azienda leader nella produzione dei tessuti di pura lana, su un campione di 450 uomini, tra i 30 e i 54 anni. La maggior parte degli intervistati ha affermato che essere gentiluomini rappresenta un modo di sentirsi e di comportarsi al di là del proprio status e lo si può diventare attraverso l’educazione. I valori portanti risultano essere: l’investimento negli affetti, l’assunzione di responsabilità, sia in ambito lavorativo che come impegno civile e sociale, la discrezione nel non avere atteggiamenti esibizionisti e l’educazione. La ricerca, inoltre, ha evidenziato che il gentleman contemporaneo ha a cuore l’ambiente e si impegna per migliorare la società in cui vive. Il Tempo e lo spazio, parametri cardine della qualità della vita individuale diventano valori anche nella scelta di un prodotto: è fondamentale che un vestito duri nel tempo (il 47,3% del campione ha dato voto 9 o 10 su scala da 1 a 10) e possa garantire un’etichetta Made-in-Italy (38,2%), a indicare provenienza dei materiali e rispetto delle regole etiche nel processo di lavorazione. Essere gentleman significa anche sapersi godere il proprio tempo libero, sentendosi libero di poter derogare ai propri obblighi. La qualità di vita risulta sempre più legata a doppio fi lo con la qualità del tempo, solo però se in stretta alleanza con la qualità dello spazio, da preservare e difendere con impegno costante e personale. Secondo i risultati della ricerca, etica ed estetica devono essere sempre più legate: il bello e il buono non possono essere contrapposti. Alle aziende si chiede oggi che investano in prodotti che siano giusti, autentici, ben fatti, oltre che belli; si desiderano prodotti realizzati secondo gli standard di sostenibilità, ma non si sacrifica per questo l’estetica.  

Moda da yacht
Tempo libero sinonimo di stile gentleman: Per ciascuna passione il mondo della moda off re un ampio ventaglio di tendenze e stili. Con l’arrivo dell’estate, insieme a yacht e barche che iniziano a solcare il mare si arricchiscono quindi i guardaroba sia maschili che femminili. Se per le donne l’estate 2008 i “nuovi” indumenti trendy saranno le t-shirt e i lunghi camicioni aperti, magliette impreziosite da stampe e pailettes o mini abiti, per l’universo maschile Missoni propone il modello “mood marinaro” con le maglie patchwork. In una collezione dominata dall’acqua o meglio dai suoi delicatissimi colori, Missoni vede il suo “uomo di mare” nei panni di un globetrotter dei mari, esploratore e scienziato, ricercatore, “per lui la barca è uno strumento per muoversi e il mare è un oggetto di studio”. Nell’uomo Missoni 2008 si trovano accenni più arditi come le scarpe di tala con inserti di raso lucido o il cappellino la cui foggia riporta agli anni Sessanti, a certe pellicole che hanno fatto la storia del cinema. Per Donatella Versace i pantaloni dell’uomo del futuro variano da extra slim a proporzioni macro come quelli dei samurai. Le t-shirt sono senza maniche con il collo alto pronte a trasformarsi in polo, il doppiopetto diventa gilet con bretelle sulla schiena. 

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen