close
Premi e concorsi

ODYSSEUS 2008, navigare nelle idee

odysseus

“Per vincere le sfide del futuro occorre dare una spinta al cambiamento, anche nel modo di lavorare, compiendo scelte precise in merito a tutto ciò che riguarda il “fare impresa”. Con queste parole il Presidente di Confindustria Bergamo, Alberto Barcella, dal palcoscenico del Teatro Donizetti, ha aperto la giornata di premiazione delle aziende vincitrici di “Odysseus 2008, navigare nelle idee”, riconoscimento simbolico alle piccole e medie imprese che si sono particolarmente distinte per dinamismo, originalità e innovazione di prodotti, attività e servizi mantenendosi competitive sui mercati domestici e internazionali.

Navigare nelle idee, alla ricerca continua di nuovi traguardi sempre più avanzati, attraversando il mare della conoscenza, sapendo coglierne le opportunità, evitando le insidie: è la sfi da continua che ogni imprenditore affronta quotidianamente. È il mito di Ulisse, che si perpetua: personaggio complesso, che sfida l’ignoto per scoprirne i segreti reconditi, mai domo e soddisfatto degli obiettivi raggiunti, sempre migliorabili, Odisseo è l’incarnazione dell’incessante necessità di innovare e di scoprire nuove frontiere, impulsi che animano e alimentano la genialità di ogni imprenditore. “Innovare vuol dire avere la capacità di mettersi in discussione e di arricchire la propria attività anche, e soprattutto, di contenuti immateriali – ha specificato il Presidente Barcella – la qualità, l’estetica dei prodotti, la logistica, il servizio al cliente e la qualificazione delle risorse umane rappresentano “plus” dai quali oggi non si può prescindere”. “…Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e conoscenza..”, recita il XXVI Canto dell’Inferno de La Divina Commedia e Dante riconosce ed attribuisce proprio ad Ulisse tutto il peso della responsabilità ma anche il grande merito di non essersi mai piegato al “fato”, e di essere stato in grado di governare le “vicende umane”, sue e dei suoi compagni, con lucida razionalità e rara intelligenza, con lo sguardo sempre rivolto avanti a scrutare il futuro. Sono doti e qualità che appartengono ad ogni buon imprenditore e rappresentano i caratteri fondanti della capacità di intraprendere. Il premio “Odysseus, navigare nelle idee” ha inteso esaltare questi valori contribuendo alla divulgazione della conoscenza dei prodotti, servizi, progetti, attività innovative e originali, frutto delle migliori realtà produttive bergamasche, capaci di anticipare il futuro. Questa prima edizione del concorso, infatti, anche attraverso la mostra di queste eccellenze, aperta al pubblico nel foyer del Teatro, ha voluto essere una “finestra” sul variegato e composito panorama produttivo locale. Un punto di osservazione privilegiato dove incontrare realtà imprenditoriali consapevoli, evolute, propense alla ricerca e alla scoperta di scenari nuovi ed orientate alla sperimentazione di strategie e metodologie avanzate e conoscere gli esempi di innovazione più avanzata e applicata nei diversi ambiti della produzione, della gestione d’impresa, della progettazione e dello sviluppo di servizi. E, alla luce del gradimento espresso sia dagli imprenditori che dai visitatori occasionali, in larga parte stranieri, la rassegna è stata riallestita nella hall di Confindustria Bergamo, dove resterà fino al termine dell’estate. “Odysseus 2008, navigare nelle idee” è stato pensato e progettato ad hoc dall’Area Comunicazione e Immagine dell’Associazione, nell’ambito delle iniziative in occasione dell’Assemblea Generale e, alla luce dei positivi riscontri, l’iniziativa si ripeterà anche l’anno prossimo. Il progetto, articolato in più fasi, è stato avviato nella prima parte dell’anno con la presentazione dei progetti candidati al premio dalle aziende associate; quindi, è proseguito con la valutazione delle candidature da parte di un organismo collegiale rappresentativo di tutti i gruppi merceologici di Confindustria Bergamo, la Consulta dei Presidenti, che ha selezionato 38 finalisti. “Odisseo è l’incarnazione della curiosità, di colui che non accetta limiti, che vuole esplorare l’ignoto, sperimentare situazioni nuove, colui che in assoluto non accetta limiti e quindi non concepisce l’idea che possano esistere dimensioni o situazioni non governabili e fuori dalla sua portata o dalle sue possibilità di intervento. Sulla spinta di tali impulsi Odisseo cerca e trova, sperimenta e inventa, soluzioni originali e nuove. È per queste ragioni che abbiamo intitolato a questo personaggio della mitologia il nostro premio, perché pensiamo ci rappresenti tutti – ha detto dal palcoscenico del Donizetti il Presidente di Confindustria Bergamo, Alberto Barcella, rivolgendosi al pubblico dei colleghi imprenditori che affollava il Teatro – nelle sue azioni, infatti, ritroviamo quello spirito inquieto, alla continua ricerca del nuovo, che alberga in tutti gli imprenditori che guardano al futuro e che per il bene e il successo delle proprie imprese, solcano mari sconosciuti alla ricerca di nuove mete, tenendo ben saldo il timone, accettando le sfi de, cogliendo ogni opportunità, evitando le insidie”. A detta di tutti, il bilancio di questa prima edizione si chiude positivamente: 58 le aziende partecipanti con 84 progetti presentati in concorso nelle 7 sezioni proposte. In particolare: 13 per Ambiente_Energia; 9 per Sicurezza_Qualità; 12 per Design_Creatività; 9 per Education; 11 per Comunicazione_Immagine; 22 per Ricerca_Innovazione; 8 per Valorizzazione risorse umane. Un progetto rivolto alle piccole e medie imprese ma che ha coinvolto anche le grandi. Infatti, sette grandi aziende leader internazionali (Siad, Italcementi, Brembo, Tenaris Dalmine, Radici Group, Gewiss, Miro Radici Family of Companies), forti di una caratterizzazione d’immagine e visibilità consolidate, sono state testimonial d’eccellenza fuori concorso delle diverse categorie in gara, contribuendo, così, a valorizzare ulteriormente il ruolo da sempre svolto a supporto di uno sviluppo diff uso dall’intero tessuto imprenditoriale bergamasco. Larga partecipazione, dunque, e soddisfazioni per l’intero sistema delle imprese che ha incoronato simbolicamente i 7 vincitori ai quali le “aziende madrine”, il Presidente Alberto Barcella e il Vicepresidente Stefano Scaglia hanno consegnato una scultura simbolo dell’evento. Un multiplo, realizzato dagli allievi del triennio della Scuola d’Arte Applicata Andrea Fantoni di Bergamo, che per questa iniziativa hanno elaborato un progetto unico ed originale, raffigurante Ulisse e il suo mito: un’imbarcazione in legno con il “vento in poppa” sulla quale poggia, e quasi si fonde, una figura stilizzata. Confindustria Bergamo, infatti, da sempre impegnata nell’education, ha voluto che anche in questa speciale occasione i giovani studenti – il nostro futuro – avessero un ruolo rilevante. Si è consolidata così una collaborazione che, oltre alla realizzazione della “scultura premio” , ha visto gli allievi del corso di grafica protagonisti nella realizzazione del logo che ha qualificato e caratterizzato la comunicazione e l’immagine coordinata dell’iniziativa. “Fare impresa” significa creare valore aggiunto, migliorare le condizioni e la qualità della vita, diffondere benessere; con questi obiettivi cardine il sistema produttivo bergamasco naviga nelle idee guidato da capitani d’impresa coraggiosi e consapevoli che il futuro deve essere costruito insieme, orientando il timone verso lo sviluppo.

Finalisti e Vincitori

Categoria “Ambiente_energia”– Vince: Donati Group Spa (Settore Metalmeccanico) Con Il Progetto Xeliox Energy Lab (Xel). Aziende Finaliste: Dyeberg Spa (Settore Tessile-Abbigliamento); Figli Di Pietro Rodeschini Spa (Settore Servizi; Italfinish Spa (Settore Chimico); Robur Spa (Settore Metalmeccanico). Categoria “Sicurezza_qualità” – Vince: Losma Spa (Settore Metalmeccanico) Con Il Progetto Darwin. Aziende Finaliste: Aldebran Di Del Mastro Antonio (Settore Terziario Avanzato; PelletterIe 2f Di Marenzi E Cirillo Spa (Settore Tessile-Abbigliamento); Salumi Bortolotti Srl (Settore Alimentare); Vitali Spa (Settore Trasporti) Categoria “Design_creatività” – Vince: Calzificio Bresciani Srl (Settore Tessile-Abbigliamento): Con Le Calze Da Uomo Ricamate Con Versi Tratti Dalla Divina Commedia. Aziende Finaliste: Cartemani Spa (Settore Servizi); Colombo Design Spa (Settore Metalmeccanico); Montecarlo Spa (Settore Tessile-Abbigliamento); Pavoni Italia Spa (Settore Materie Plastiche). Categoria “EduCation” – Vince: Loma Srl (Settore Servizi): Con Il Progetto Energico. Aziende Finaliste: Cartoni Vetturi Srl (Settore Cartotecnico); Elframo Spa (Settore Metalmeccanico); Persico Spa (Settore Metalmeccanico); Rossini Trading Spa (Settore Tessile-Abbigliamento). Categoria “Comunicazione_immagine” – Vince: Icro Coatings Spa (Settore Chimico): Con Il Nuovo Progetto Di Comunicazione Aziendale E Coordinata. Aziende Finaliste: Cobalto Srl (Settore Terziario Avanzato); Co.Mark Srl (Settore Terziario Avanzato); CoRali Spa (Settore Metalmeccanico); Categoria “Ricerca_innovazione” – Vince: General Medical Merate Spa (Settore Metalmeccanico): Con Il Sistema Polifunzionale Avanzato Per Effettuare Esami Radiologici Con L’impiego Di Tecnologie Digitali “A Stato Solido”. Aziende Finaliste: A & G Chemical Production Srl (Settore Chimico); Carobbio Srl Officine Tecnologia Lamiere (Settore Metalmeccanico); Corozite Spa (Settore Bottoniero); Imc Italiana Macchine CaffÈ Spa (Settore Metalmeccanico); Limar Srl (Settore Servizi); Plastik Textile Spa (Settore Materie Plastiche); Rotolificio Bergamasco Srl (Settore Cartotecnico); Rudolf Chemie Italia Srl (Settore Chimico); Tecnowatt Srl (Settore Terziario Avanzato). Categoria “Valorizzazione Risorse Umane” – Vince: Ims Deltamatic Spa (Settore Metalmeccanico): Con Il Progetto Legato Alla Formazione Tecnica Del Proprio Staff. Aziende Finaliste: Lamiflex Spa (Settore Materie Plastiche); Officina Meccanica Finardi Srl (Settore Metalmeccanico); W & H Sterilization Srl (Settore MetalmeccAnico). 

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen