close
Luxury

Sfida al tempo e al conformismo

sfida_tempo

Continua il viaggio nel mondo dell’alta orologeria. Le nuove avventure di Concord e Cvstos,  due case agli opposti sul fronte anagrafico dei marchi,  che hanno scelto di puntare su innovazione  e rottura dagli schemi tradizionali  
Testo di Ivan Consoli

Rivoluzione in casa Concord
Il nostro viaggio alla ricerca di realtà che non scendono a compromessi nel mondo  dell’alta orologeria ci porta questa volta in casa Concord, che ha completamente rinnovato  la propria filosofia stilistica dando vita a una nuova identità, lontana dalla origini  e da una tradizione centenaria. Il noto marchio, anche grazie all’impulso dato da MGI  Luxury Group, ha dato corpo a un’audace strategia di riposizionamento sviluppando un  modo inedito di concepire il tempo, a cavallo tra innovazione e tradizione.

Parte proprio  da qui il progetto che ha portato alla creazione dei nuovi orologi Concord che, grazie al  carattere moderno e fortemente innovativo, si propongono come prodotti d’avanguardia  dal punto di vista dell’ingegneria orologiera, mantenendo tuttavia la qualità, per il  marchio vero e proprio punto fermo in ogni fase della creazione.  Puntando quindi su un know how e una competenza ormai centenari, Concord, fornitore  ufficiale delle più prestigiose maison di gioielleria in Europa e negli Stati Uniti, ha  dato vita a una svolta che ha come obiettivo quello di ricostruire il tempo, dando un volto  nuovo alle sue creazioni: l’orologio, messo a nudo, è completamente scomposto affinché  ciascun elemento venga completamente ripensato. Dopo l’arrivo del Delirium, l’orologio  al quarzo a lettura analogica più piatto mai realizzato, Concord scrive un nuovo  capitolo della sua storia basata su una tecnicità all’avaguardia e una grafi ca inaspettata  e ambiziosa che si riflettono nella creazione di C1 Turbillon Gravity. Emblematico e radicale  per molti, questo orologio materializza il nuovo profilo di Concord, dal carattere  esclusivo e la performance assicurata. Se la tecnica e il controllo del tempo sono stati oggetto  di ricerche e di sviluppi particolarmente all’avanguardia, l’estetica e la padronanza  dello spazio non sono certo stati dimenticati.  La robustezza, l’originalità e l’equilibrio  che determinano la costruzione del  C1 Tourbillon Gravity sono non a caso  testimoni del talento dei suoi inventori,  che grazie alle nuove creazioni rilanciano  il nuovo volto della Concord, la quale  ha basato la sua sfida su una strategia di  riposizionamento sul mercato.  Il noto marchio riparte quindi dal recupero  di quelle che sono le antiche tecniche  dell’arte orologiera per dare vita a  dei modelli controcorrente, lontani dal  conformismo del settore: i nuovi nati di  casa hanno, non a caso, un carattere totalmente  nuovo ed inedito che punta a  diventare, insieme all’esclusività, il tratto  caratteristico della nuova storia della casa  orologiera che in lunghi anni di attività é  diventata una realtà fortemente affermata  nel settore. 

Cvstos lancia la “sfida”
È un marchio giovanissimo, ma nonostante l’età anagrafica si sta  già affermando nel settore dell’orologeria d’avanguardia con scelte  coraggiose e di stile. D’altra parte dietro alle moderne creazioni  del marchio ci sono idee e creatività di un giovane, Sausson Sirmakes,  che dal padre Vartan, patron del gruppo Franck Muller, ha  ereditato una lunga tradizione.  Questo figlio d’arte, insieme al suo socio e mentore tecnico Antonio  Terranova, designer di talento, ha fondato la Cvstos. Una  vera e propria sfida in campo orologiero quella lanciata dai due  giovani che non a caso hanno scelto di chiamare la nuova linea  Challenge: qualità e modernità nel giro di poco hanno permesso  a questo team di farsi conoscere e di affermarsi nel settore degli  orologi di lusso.  Un settore certamente esclusivo, all’interno del quale la nuova casa  ha portato una ventata d’aria fresca grazie alle moderne creazioni.  Movimenti inediti e look aggressivo sono i tratti caratteristici  dei modelli che hanno portato alla ribalta il marchio, il quale ha  mantenuto un design coerente in tutta le collezioni, caratterizzate  da simili proporzioni e interessanti miscele di nero, oro rosso,  oro bianco e titanio. Tutti i modelli sono realizzati in materiali  che riescono a mettere in risalto il design innovativo: acciaio, oro  rosso, oro bianco o, in alcuni casi, palladio. Un esempio su tutti  della grinta e della modernità che contraddistinguono i modelli  proposti dalla giovane casa orologiera è lo Yachting Club Tourbillon, caratterizzato da un calibro reso affascinante grazie ad una  scheletratura precisa che lo rende ammirabile da quattro inedite  aperture ad oblò sulla carrure della cassa.  L’indicatore dei secondi in alluminio anodizzato, segue la formula  del “3 per 20”, ed è posizionato sul ponte superiore del turbillon.  Corona e pulsanti sono invece in titanio, mentre la cassa  tonneau impermeabile è in platino. Un modello innovativo,  grintoso ed esclusivo: sono solo venticinque infatti gli esemplari  creati dai giovani ideatori e fondatori del marchio ginevrino, al  quale si deve la creazione di una collezione di orologi dedicati  alla Modena Cars Racing e di un altro modello che segnerà la  storia dei segnatempo: il Challenge HM-S, decisamente più tradizionale  nella grafica, ad esclusione del quadrante.   

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen