close
Eventi biz

America e futuro dell’economia: esperti a confronto a Bergamo

italcementi

La Fondazione Italcementi Cav. Lav. Carlo Pesenti, fondata nel 2004 in occasione dei 140 anni dello storico Gruppo, organizza per sabato 13 dicembre il convegno annuale che si svolgerà al teatro Donizetti di Bergamo.

Gli Stati Uniti sapranno riproporre, nel futuro prossimo, una leadership globale, capace di riaffermare valori condivisi nel passato? Prende spunto da questo interrogativo “Obama's America: back to the future”, il convegno annuale della Fondazione Italcementi Cav. Lav. Carlo Pesenti, organizzato sabato 13 dicembre in una splendida cornice d’eccezione: il teatro Donizetti, a Bergamo.

Un’occasione di approfondimento e confronto con ospiti di eccezionale competenza e autorevolezza: da Alberto Alesina, uno dei più lucidi e brillanti economisti a livello internazionale, a Domenico Siniscalco, Vice Chairman e Managing Director Morgan Stanley International; da Laurence E.Gray, docente presso la Facoltà di Political and Social Science della John Cabot University di Roma, a Michael Spence, Premio Nobel per l’economia nel 2001 e presidente della Commission on Growth and Development. Ma ad animare il dibattito e ad offrire uno spunto alle riflessioni, al convegno, in programma dalle 10 alle 13, interverranno anche Bill Emmot, dal 1993 al 2006 direttore di The Economist, considerato uno dei più acuti analisti dei nuovi trends che caratterizzano lo sviluppo dei Paesi emergenti e le loro relazioni con le economie mature, e Gianni Riotta direttore del TG1 ed ex  vicedirettore del Corriere della Sera, per il quale è stato corrispondente da New York.

Ecco nel dettaglio il programma della giornata:

10.00 Welcome speech Giovanni Giavazzi
Presidente Fondazione Italcementi Cav. Lav. Carlo Pesenti

10.15 Opening Roberto Formigoni
Presidente Regione Lombardia

10.30 Introduction by keynote speakers

Alberto Alesina
Professor of Economics, Harvard University
Turning point for the world economy
Le sorti dell’economia mondiale nell’immediato futuro dipendono dai possibili andamenti dell’economia americana. “Atterraggio morbido” o recessione con la nuova Presidenza USA?

Domenico Siniscalco
Professor; Vice Chairman and Managing Director Morgan Stanley International
The international crisis and the opportunity to redraft policies and rules of global finance
Il G20 ha avviato il dibattito per ridisegnare politiche e regole della finanza globale, ma prioritario è il confronto con la nuova Amministrazione americana.

Bill Emmott
Writer; former Editor-in-Chief “The Economist”
USA, Europe and Pacific Asia towards a multi-polar system
La geografia dell’economia mondiale si fonda oggi su tre pilastri: USA, Europa e Asia del Pacifico. Cooperazione o conflitto nella governance del nuovo assetto multipolare del sistema internazionale?

Lawrence E. Gray
Professor John Cabot University; former Executive Director Commission on Cultural Exchange USA-Italy
A new global leadership struggling with domestic needs
Il mondo ha grandi aspettative per il respiro globale della nuova Presidenza USA. Riuscirà il Presidente Obama a conciliare la sua grande promessa con i bisogni oggi espressi dai cittadini americani?

11.30 Roundtable chaired by Gianni Riotta
Editor of TG1 news program

12.15 Conclusion Michael Spence
Chair of the Commission on Growth and Development, winner of 2001 Nobel Prize in Economic Sciences
Growth and development perspectives
Nella prospettiva di sviluppo dell’economia globale, in cui i Paesi emergenti giocano un ruolo determinante, non vanno trascurate le perduranti esigenze di crescita che tuttora connotano questi Paesi in termini di riduzione della povertà, tutela della salute umana e occupazione.

12.45 End of the Meeting Giampiero Pesenti
Chairman Italcementi Group

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen