close
Luxury

In volo tra lusso e confort

singapore

Intervista a Leslie Thng, General Manager di Singapore Airlines

Leslie Thng, General Manager di Singapore Airlines, parla delle strategie e della filosofia di una delle compagnie aeree più esclusive del mondo. Come si declina il concetto di esclusività per una compagnia aerea, a terra e in volo?
Per noi esclusività significa fornire i migliori prodotti e servizi tanto a bordo quanto a terra. Per esempio, abbiamo gli aeromobili migliori attualmente disponibili; uno per tutti l'Airbus A380, sui quali abbiamo sviluppato un nuovo tipo di classe che abbiamo chiamato Suite, che sta al di sopra della First Class ed è attualmente al top tra le compagnie aeree mondiali. Inoltre, a bordo dei nostri aeromobili si può trovare il miglior inflight entertainment in tutte le classi, grazie al sistema altamente tecnologico chiamato KrisWorld, così come un servizio food & beverage di alto livello. A terra diamo assistenza personalizzata, garantendo la migliore sistemazione in caso di ritardo o cancellazione dei voli e persino di malattie di parenti. Cerchiamo anche di personalizzare il servizio di ticketing per differenziarci dai nostri competitor.

Quanto conta per voi la clientela business?

Molto. Non a caso, in Business Class i servizi offerti sono esclusivi. La nostra Business Class è la più grande mai introdotta da una compagnia aerea e la più premiata al mondo, con poltrone che si trasformano in veri letti. I passeggeri della Business, così come quelli delle altre classi, fruiscono di menu à la carte creati dall'International Culinary Panel di Singapore Airlines, un gruppo di 7 chef tra i più riconosciuti al mondo; i pasti sono accompagnati dai migliori vini, selezionati da 3 enologi. Per il riposo, forniamo, tra l'altro, pigiami, piumoni e coperte disegnate da Givenchy, cosmetica d’Occitane, profumi e dopobarba griffati Ferragamo. Insomma, un lusso e un'attenzione a 360°, per cercare di fornire i migliori prodotti premium a tutta la nostra clientela.

Si parla sempre più spesso di mercati emergenti: come la Singapore Airlines ha interpretato le nuove esigenze di mercato?
Negli anni ci siamo sempre più focalizzati sui mercati emergenti, per esempio Cina e India, dove a oggi abbiamo diversi voli quotidiani. Sono mercati molto importanti per noi, tanto per portarvi passeggeri da tutto il mondo quanto, soprattutto, per portare passeggeri da quei mercati a Singapore.

La crisi economica mondiale ha modificato le strategie di business della vostra compagnia? Se sì, in che modo?
Sì, per noi come per tutti prevediamo che il 2009 sarà un anno difficile. Abbiamo già annunciato che nell'anno fiscale che va da aprile 2009 a marzo 2010 ci aspettiamo di tagliare la capacità dell'11%, che per noi è un taglio importante. Dovremo decommissionare 17 aerei sull'anno. Questo perché la domanda è calata in generale, tanto che su alcune destinazioni pensiamo di diminuire i collegamenti e su un paio di non volare più.

Ci può svelare una chicca che sorprenderà nei prossimi mesi chi volerà sui vostri aerei?
Una delle cose che si aspettano i passeggeri è che calino i prezzi dei biglietti. Abbiamo quindi pensato a offerte ad hoc, per esempio dall'Italia verso destinazioni come Singapore, Malesia, Thailandia e Australia. Il nostro Head Office promuoverà anche iniziative mirate per stimolare la domanda di viaggi, iniziative che saranno annunciate una volta che saranno disponibili i dettagli.

a cura di Luxgallery.it

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen