close
Moda

Italia e Spagna, accordo per la moda

italia

Sottoscritto assieme alla presentazione della mostra 'Dodici abiti per Milano'

Il 3 marzo 2009 è stato siglato a Milano un importante protocollo di intesa tra la Camera Nazionale della Moda Italiana e la Association Creadores de Moda de Espana, che sigla un patto di collaborazione tra le due Camere.
Presenti la Secretaria General Tecnica Ministerio de Cultura Conception Becerra, l'Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Massimiliano Finazzer Flory, la Viceconsejera de Cultura y Turismo de la Comunidad de Madrid Concha Guerra, Mario Boselli, presidente della Camera della Moda e Modesto Lomba, Presidente della Associacion Creadores de Moda de Espana.

Boselli ha sottolineato: "La Spagna è il terzo Paese in Europa a creare moda, con una filiera di eccellenza che va dal tessile, all'abbigliamento e alla moda, con firme come Agatha Ruiz de la Prada, che oltre che stilista è una grande artista. È un Paese dinamico con un settore di fashion di qualità e performante. L'accordo prevede incontri periodici all'insegna del dialogo, per discutere di cinque punti fondamentali: i calendari internazionali, i marchi di origine, la lotta alla contraffazione, la lotta all'anoressia e la formazione. L’accordo è anche un segno di ottimismo per contrastare questo momento di crisi".

Ha proseguito Loma: "Si tratta di una grande occasione di dialogo per rafforzare il settore della moda in Europa tra due Paesi di grande tradizione culturale e di moda".

L’incontro è stato anche l’occasione per presentare la mostra 'Dodici abiti per Milano' che "per la prima volta unisce la cultura con la moda", come ha sottolineato la curatrice Concha Hernandez. La rassegna, ospitata dal 4 marzo all’8 aprile all’Istituto Cervantes, vede le parole di dodici grandi autori, da Gabriel Garcia Marquez a Miguel Delibes, dialogare con altrettanti stilisti fra i più interessanti e visionari di Spagna, tra cui Agatha Ruiz de la Prada, che hanno creato gli abiti in mostra.

a cura di Luxgallery.it

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen