close
Economy

Terremoto, al via servizio straordinario per le imprese milanesi attive con l’Abruzzo

terremoto

Sarà un canale privilegiato e diretto di informazione e documentazione. Oltre 400 le ditte con titolare nato in Abruzzo, un fatturato da 70 milioni

La Camera di commercio di Milano, in accordo con la Camera di commercio dell’Aquila, ha istituito un canale privilegiato per rispondere in via prioritaria alle richieste di informazione e documentazione (visure, bilanci, elenchi soci, iscrizioni, autorizzazioni) formulate dalle aziende localizzate nel territorio colpito dal sisma e che hanno unità locali o filiali nella provincia di Milano. Tale canale sarà messo a disposizione anche delle imprese di Milano e provincia che hanno unità locali o filiali in Abruzzo.
A tutte queste aziende sarà inviata alla loro sede legale una mail informativa attraverso il Registro Imprese con la quale sarà messa a disposizione l’assistenza dell’ente camerale. Questa iniziativa segue alla decisione della giunta della Camera di commercio di Milano di destinare un milione di euro per contribuire a ricostruire le imprese distrutte dal terremoto.

“Con queste prime misure – ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano – vogliamo rispondere subito e concretamente alle necessità delle  popolazioni colpite dal sisma alle quali ci sentiamo vicini. Altre iniziative seguiranno nei prossimi giorni perché l’attività di sostegno e di aiuto  dovrà infatti continuare in una logica di lungo termine”.

Gli imprenditori abruzzesi a Milano. Sono oltre 400 le ditte a Milano con titolare nato in Abruzzo, quasi la metà del totale presente in Lombardia (48%). E contribuiscono al fatturato di Milano per un valore stimabile intorno ai 70 milioni di euro all’anno. Sono attive soprattutto nel commercio al dettaglio (72 imprenditori su 143 in Lombardia), nelle costruzioni (62 su 146) e nelle attività manifatturiere (58 su 121). Emerge da un’elaborazione  e da una stima della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese, anno 2008.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen