close
Economy

Manager italiani, con la crisi più valore alla famiglia

famiglie

Andare nello spazio, viaggiare a bordo di una Ferrari: sono i desideri dei manager italiani che però quest'anno scelgono di mettere al primo posto la famiglia. Emerge dallo studio sui desideri e le vacanze ideali dei manager del nostro Paese condotto da Elation

Vacanze estive più brevi, desideri morigerati e riposo in famiglia. Quasi il 50% dei manager italiani brama tre settimane di meritato riposo da trascorrere con la famiglia ma restano sempre vivi nell’immaginario i sogni di andare nello spazio e di sfrecciare a bordo di una Ferrari. E’ questo uno dei risultati del report annuale sui desideri dei manager italiani presentato oggi da Elation società leader in Italia nella vendita di attività esperienziali per il marketing relazionale e per il tempo libero. Lo studio, effettuato dall’osservatorio Ecet (Elation Center for Experience Time) tra giugno e luglio 2009, su un campione di oltre 600 manager provenienti da diversi settori, dalla finanza al pharma, dal food & beverage all’elettronica di consumo, mostra come, rispetto al 2008, sia raddoppiato il numero dei manager che scelgono di trascorrere le vacanze con la propria famiglia.
 
In generale i quesiti posti agli intervistati erano volti a comprendere meglio come cambiano, in tempo di crisi, le scelte dei dirigenti in tema di vacanze e tempo libero.

Il 45% degli intervistati ha posto il riposo come primo obiettivo delle proprie vacanze estive, solo il 10% pensa al divertimento e ancora inferiori sono le percentuali di chi cerca nelle vacanze essenzialmente: esotismo, cultura o esperienze sportive.
Alla richiesta di indicare la principale attività che “vorrei ma non posso” la risposta principale di quest’anno è stata: trascorrere tempo con la famiglia seguita da, esaudire ambizioni personali e investire in attività culturali e formative. Rispetto allo scorso anno, in cui primeggiavano in questa speciale graduatoria le ambizioni personali e le passioni sportive, nel 2009 fanno un netto salto avanti mogli/mariti, fidanzate/i e figli.

Quest’ultimo dato è confermato anche dal comportamento effettivo degli intervistati che traducono la frustrazione di non riuscire a dedicare più tempo alla propria famiglia durante l’anno proprio pianificando la propria estate in modo da recuperare il tempo perso con compagni e figli. Una percentuale crescente se paragonata a un anno fa: 77% contro 60%. Solo il 21% privilegia l’estate con gli amici (contro il 33% del 2008).

Sulla richiesta riguardante la durata delle vacanze lo studio rileva una tendenziale diminuzione delle settimane di ferie rispetto al 2008. Il 46% dichiara che le proprie vacanze dureranno dalla 3 alle 4 settimane (era il 59% nel 2008) mentre cresce al 16% la percentuale di chi dichiara addirittura che non avrà tempo per le ferie estive (era 12% nel 2008).

Sollecitati sul tema “sogno” i dirigenti scatenano la fantasia: al primo posto i viaggi nello spazio (45%), tema ricorrente forse anche in relazione all’anniversario del primo allunaggio, secondo gradino del podio per la guida di una Ferrari (35%). Seguono desideri come scoprire le profondità dell’oceano a bordo di un sottomarino (8%) e pranzare con la propria star preferita (5%).

Entrando nel merito delle diverse categorie di esperienze per il tempo libero desiderate dai manager osserviamo come in ambito benessere le preferite siano i massaggi e le esperienze con personal trainer a domicilio. Il parapendio è invece l’esperienza più ambita fra quelle legate allo sport. Degustazione di champagne e visita esclusiva ai Musei Vaticani sembrano infine essere i momenti di maggiore tendenza fra quelli più originali legati al gusto e alle esperienze culturali.

“Rispetto allo scorso hanno abbiamo rilevato un maggiore bisogno di evasione espresso da una categoria orientata a un’eccellenza e a un’efficienza quotidiana come quella dei manager Italiani” – ha dichiarato Andrea Dusi, amministratore Delegato di Elation. “Un’evasione più autentica però, meno legata al lusso e più desiderosa di momenti di vita all’aria aperta e a contesti naturali in cui è la famiglia a diventare il centro di tutto. Naturalmente in questo contesto anche il manager più serioso, se chiamato a sognare ad occhi aperti, sa sbilanciarsi e, senza alcun dubbio, più di tutto, vorrebbe fare l’astronauta”.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen