close
Economy

A.A.A. cercasi commessi, muratori e camerieri. Ecco le figure più richieste dalle imprese italiane

aaa

Il 62 per cento delle piccole aziende assume. Al Nord l'offerta è maggiore per commessi e addetti alle pulizie, al Sud per i muratori. Emerge da un'indagine dell'Ufficio Studi della Cgia di Mestre

Sono i commessi, gli addetti alle pulizie, i contabili, i muratori e i camerieri le professioni più richieste dalle imprese italiane in questo anno così difficile dal punto di vista economico. E' questa la classifica dal primo al quinto posto elaborata dall'Ufficio Studi della Cgia di Mestre che ha individuato per quest'anno un fabbisogno occupazionale pari a oltre 524.000 unità. "Il 28,6 % di questo abbondante mezzo milione di nuovi posti di lavoro -spiega la Cgia di Mestre- troverà un'occupazione nel Nord Ovest del Paese, il 28,3 % al Sud, il 23,2 % nel Nord Est e il 20 % al Centro".

In termini dimensionali, invece, continua la Cgia di Mestre, "sono le piccole imprese a fare la parte del leone. Nel 62% dei casi, infatti, sono proprio le realtà produttive con meno di 50 addetti ad aver dichiarato che nel 2009 farà ricorso a nuove assunzioni". "Nonostante la difficoltà economica e l'aumento della disoccupazione -sottolinea Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia di Mestre- il ruolo delle piccole imprese nel contrastare la crisi continua ad essere determinante anche al Sud".

Infatti, prosegue la Cgia di Mestre, "se analizziamo la classifica regionale sono le piccole e microaziende la principale fonte di speranza per i senza lavoro. E al primo posto troviamo il Trentino Alto Adige dove addirittura l'81,6 % delle nuove assunzioni verranno assorbite nelle realtà produttive che contano fino a 49 dipendenti. Seguono la Basilicata (80,9 %), la Calabria (79,4 %), il Molise (77,8 %), la Puglia (75,8 %) e l'Abruzzo (74,7 %)".

"Al Sud -continua Bortolussi- sono le piccole imprese a farsi carico del maggior numero di nuove assunzioni. Mentre al Nord piccole e grandi realtà produttive si spartiscono le assunzioni pressoché a pari merito con un primato più o meno marcato per la piccola azienda. Ad eccezione della Lombardia dove la situazione è capovolta ed è la grande industria, infatti, a fare da padrona attestandosi al 53,1 % delle nuove assunzioni".

Ma a rendere ancor più dettagliata l'indagine condotta dagli esperti della Cgia è l'approfondimento del tema occupazionale per macro area. Nel rapporto si scopre così che mentre al Nord e al Centro sono i commessi e gli addetti alle pulizie a guidare la classifica delle figure più richieste, al Sud sono i muratori a condurre le fila seguiti da commessi e da conducenti di mezzi pesanti e camion.

Per quanto riguarda la terza posizione il Nord, sottolinea ancora la Cgia di Mestre, si differenzia e a Nord Ovest vengono più richiesti i contabili mentre a Nordest i camerieri come avviene al Centro. Fuori dal podio, al Nord Ovest, gli occupati del settore alberghi e ristoranti e al Nordest così come al Centro i contabili. Invece, al Sud, conclude la Cgia di Mestre, ci sono i manovali e il personale non qualificato dell'edilizia seguiti dagli addetti alle pulizie.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen