close
luce_first_class

Bauletto limited edition “vestito” di lusso

Forza, fascino, morbidezza, prestigio. “Luce” è tra i vini italiani più conosciuti e apprezzati al mondo, nato dall’intuito e dal genio di due grandi famiglie del vino: Frescobaldi e Mondavi. La prima fortemente legata al territorio della Toscana e di Montalcino, la seconda bandiera della viticoltura californiana. Vino creato dal blend di due grandi vitigni: sangiovese e merlot.  Forte e pieno di carattere il primo, morbido il secondo. Vino complesso, alquanto longevo, grazie a un sapiente lavoro in cantina, dove l’evoluzione e l’affinamento sono affidate a barrique di rovere francese.

Un grande vino proposto oggi in un’esclusiva limited edition: Luce First Class. Un piccolo scrigno, un cubo in pelle nera realizzato a mano, personalizzabile con il nome dell’acquirente inciso su placca in ottone, proposto in solo trecento esemplari.

Al suo interno sei bottiglie, per tre diverse annate: 1999, 2001, 2005. Tre annate alquanto differenti tra loro, per raccontare le diverse sfumature di un territorio storico come quello di Montalcino e di un vino complesso e in continua evoluzione come Luce.

Il 1999, annata estremamente favorevole, si presenta come un vino di grande struttura, ma al tempo stesso delicato. Inconfondibili gli aromi di frutta matura (prugne e more su tutte), tabacco, cuoio e cannella. Una produzione di “nicchia”: solo 120mila bottiglie. Delle tre annate presenti nel cofanetto il 1999, dopo dieci anni di evoluzione, è in grado di dare grandi emozioni già adesso. I tannini sono vellutati e ben integrati con gli aromi presenti nel vino. Un consiglio: provate ad aprire solo una delle due bottiglie 1999. L’altra, lasciatela riposare ancora qualche anno, per scoprire come questo vino sia in grado di evolvere e “trasformarsi” nel tempo.  

Il 2001, al contrario, non fu tra le annate più facili. Gelate primaverili, germogli danneggiati e un raccolto quantitativamente limitato: solo 87mila le bottiglie prodotte. Fortunatamente, un agosto piuttosto assolato e le ottime condizioni meteorologiche di settembre e ottobre, consentirono una buona maturazione delle uve. Nel bicchiere, Luce 2001 si contraddistingue per lievi sentori di cioccolato, che spiccano tra le tradizionali note di frutta matura e di profumi balsamici che accompagnano il finale olfattivo.

Infine il 2005, stagione altalenante che ha richiesto un attento lavoro in vigna. Una primavera mite e un clima fresco nei mesi estivi hanno favorito la graduale e progressiva maturazione del sangiovese e del merlot e una qualità delle uve ottimale. Nel bicchiere gli inconfondibili aromi di frutta si vestono del mirtillo, del lampone e della marasca. Vino persistente, che si distingue per la presenza di maggiori note balsamiche e leggeri sentori di pepe nero. In bocca è morbido, ma è pur sempre un vino “giovane”.

“Luce First Class” è in vendita presso le migliori enoteche d’Italia a un prezzo consigliato di 1.200 euro.

Danilo Della Mura

a cura di Luxgallery.it

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen