close
Arte

A marzo torna il MiArt

miart

Fiera Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea

Si terrà dal 26 al 29 marzo 2010 la quindicesima edizione di MiArt, Fiera Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Milano nei padiglioni cittadini di fieramilanocity.Premessa principale nella definizione di MiArt è la qualità già affermata nella passata edizione e perseguita per le edizioni future attraverso una selezione scrupolosa e coerente. Obiettivo della rassegna è, infatti, il suo posizionamento tra le fiere d’arte più importanti al mondo. A conferma del lavoro svolto in questa direzione per il 2010 si registrano già importantissime new entry fra le gallerie partecipanti.

Forte dei buoni risultati ottenuti nel 2009, MiArt vuole essere sinonimo di eccellenza artistica, luogo privilegiato di incontri culturali, piazza strategica di scambi. Le fiere costituiscono il territorio più neutrale per il mercato dell’arte: è qui che gli operatori del settore si incontrano creando fra loro concorrenza, caratteristica fondamentale per garantire equità di prezzi lontani da speculazioni eccessive e spesso immotivate. Queste garanzie, già lo scorso anno, in un momento in cui la crisi mondiale aveva toccato anche il mercato dell’arte, avevano fatto sì che MiArt generasse un volume di affari di oltre 8 milioni di euro. E non c’è dubbio che la qualità rappresenti la migliore garanzia per un investimento sicuro. Questa è la strada che sarà ripercorsa anche nel 2010 portando alla fiera il top delle gallerie italiane e una selezione di quelle straniere.

Prosegue il lavoro di ricerca e di innovazione di Giacinto Di Pietrantonio, per il secondo anno curatore del settore Contemporaneo. E’ qui che, eliminando la divisione temporale, per una comprensione a 360° di tendenze e ricerche, i nomi affermati dell’arte del nostro tempo si incontrano con gli astri nascenti più interessanti, nomi su cui scommettono e investono le gallerie più sperimentali e che costituiscono le novità più fresche del mercato. Donatella Volontè è il curatore del settore Moderno, dove si concentrano le più prestigiose gallerie italiane e straniere che presentano proposte eccellenti della produzione italiana e internazionale dal Futurismo alla Metafisica, dal Cubismo all’Informale, dalle Avanguardie all’Arte Povera, opere qualitativamente e culturalmente di grande interesse per un mercato, quello di Milano, che vanta collezionisti provenienti da tutto il mondo.

A loro si aggiungono, per il 2010, tre nuove figure. Sono Francesca Ceccarelli, responsabile del programma vip con visite e tour dedicati ai collezionisti italiani e stranieri durante i giorni della fiera. Fra le novità c’è quella che riguarda Giorgio Verzotti a cui è stata affidata la cura del catalogo: non più solo una guida alla fiera bensì uno strumento per leggere le specificità delle gallerie italiane e per riflettere sul ruolo che, in tempi diversi, queste hanno avuto nella promozione degli artisti e delle tendenze.

Altra nuova figura è quella di Milovan Farronato che curerà De Arte Disputatio, un ricco programma di convegni, incontri e tavole rotonde all’interno della fiera che coinvolgerà personaggi diversi del sistema artistico nazionale e internazionale. Quattro le sezioni tematiche:  Eorum Vox  (parola ai collezionisti), ciclo di interviste dedicate ai collezionisti e al collezionismo, punti di vista e metodologie operative; Libera opinione expositio , una serie di tavole rotonde dedicata alle nuove direzioni museali e conseguenti politiche culturali;  Inter artem et elegantiam perregrinationes, divagazioni tra arte e la moda: artisti e fashion designer a confronto per evidenziare possibilità di nuove sinergie e confronti. Interludium saranno fulminei interventi artistici ad hoc con il compito di precedere o concludere, coronare o antecedere gli incontri in programma. Interventi artistici temporanei, curati e realizzati in collaborazione con gli innumerevoli “Artist Run Space” che animano le dinamiche culturali alternative e sperimentali di Milano e dell’Italia in generale.

Ricco il carnet di eventi speciali anche per il 2010. Dopo il grande successo della mostra di Vanessa Beecroft, MiArt in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, dal 12 al 31 marzo 2010 presentano al PAC la mostra “Ibrido”, a cura di Giacinto di Pietrantonio e Francesco Garutti. “Ibrido” non sarà una semplice esposizione di opere d’arte, ma uno spazio complesso fatto di video, istallazioni, pitture, disegni, film, fotografie, oggetti, riviste, libri, musica, scritte, performances, conferenze… una sorta di opera d’arte totale, come totale e non totalitario è il mondo in cui viviamo. Una mostra che contiene al suo interno diverse altre mostre, che si relaziona con la vita, ma anche con l’arte e in questo caso con l’arte del passato.

Inoltre altri eventi interesseranno Milano tra cui Enjoy MiArt, il grande happening per il pubblico e per la città: mostre aperte in tutta Milano, sabato 27 marzo apertura straordinaria fino alle 22 delle gallerie del circuito Start Milano e altri eventi che almeno per un week-end renderanno Milano una città d’arte tutta da vivere.

MiArt 2010: 26 – 29  Marzo 2010

a cura di Luxgallery.it

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen