close
Ecosostenibile

Edilizia sostenibile: il primato dei brevetti alla Lombardia

no thumb

Dal davanzale antismog alla finestra per controllare la luce naturale: sono circa 150 i brevetti italiani per il risparmio energetico. Uno su cinque è in Lombardia e uno su otto a Milano

C’è chi brevetta un sollevatore a risparmio energetico per ascensori, chi un sistema di controllo della  pubblica illuminazione finalizzato al risparmio energetico e alla riduzione dell’inquinamento illuminotecnico, un davanzale antismog attrezzato per il condizionamento, la qualità dell’aria in casa e il risparmio energetico o un sistema di controllo della luce naturale applicabile all’esterno delle finestre per risparmio energetico e il comfort visivo.

Sono alcuni dei 148 brevetti legati all’edilizia sostenibile depositati in Italia, tra invenzioni e modelli di utilità. Di queste domande, una su cinque è depositata in Lombardia e una su otto a Milano (12,8%). Seguono Lazio (14,9%) e Toscana (10,1%).
Emerge da un’elaborazione Camera di Commercio di Milano su dati UIBM brevetti e marchi depositati fino a febbraio 2010.
Edilizia sostenibile: oggi, giovedì 18 marzo, convegno in Camera di commercio. Organizzato da Camera di Commercio di Milano e Associazione Italiana per la Cultura della Qualità, l’incontro intende fare il punto su questa materia, chiamando i protagonisti a trattare gli elementi normativi e di sistema, ad esporre il punto di vista dei costruttori e a presentare esperienze concrete italiane ed estere. Il convegno si terrà nella Sala Conferenze di Palazzo Turati, via Meravigli 9/B Milano, con inizio alle ore 09,00 e termine previsto intorno alle 17,30.

;“Oggi il futuro delle città, come per Milano – ha dichiarato Claudio De Albertis, membro di giunta della Camera di commercio di Milano e presidente di Assimpredil Ance – si gioca sempre più su importanti temi come sostenibilità e ambiente ma anche sulla capacità di attrarre capitale e competenze umane. Su questo occorre un impegno ed un coordinamento forte e condiviso delle istituzioni, del mondo delle associazioni e delle imprese”.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen