close
Economy

Imprese a responsabilità sociale: arriva la guida pratica

no thumb

A Milano il 40% delle imprese etiche  spende per buone pratiche 1,3 miliardi all’anno. La pubblicazione in collaborazione con Unione Confcommercio Milano

Far diventare le imprese di servizi protagoniste di un’economia realmente sostenibile: questo l’obiettivo che Asseprim (Associazione nazionale dei servizi professionali alle imprese)  e Camera di Commercio con Unione Confcommercio Milano (e Promo.Ter), si sono date con la realizzazione di  “Sostenibilità e Responsabilità sociale.

Guida pratica per le imprese” che è stata presentata oggi, lunedì 12 aprile, al Palazzo dei Giureconsulti in via Mercanti 2 a Milano (copia consegnata gratuitamente a chi è intervenuto alla presentazione del libro).

La “Guida pratica” è frutto della collaborazione di Camera di Commercio con Asseprim, (www.asseprim.it), che ha sede presso Unione Confcommercio Milano ed alla quale aderiscono oltre 800 imprese del mondo dei servizi. Alla presentazione, con Umberto Bellini presidente Asseprim e consigliere della Camera di commercio di Milano, sono intervenuti i vari autori, e si è avuto l’intervento-performance di Andrea Brambilla (Zuzzurro). “Milano rappresenta il punto di partenza ideale per diffondere le buone pratiche aziendali che fanno bene all’ambiente ed alla società”, dichiara Bellini.
Le imprese milanesi sono infatti sensibili ed attente agli effetti generati dalle loro attività, prova ne sia che il 40% di esse investe circa 1,3 miliardi di euro l’anno per la responsabilità sociale.

Il tema può essere affrontato in molti modi: anche per un obbligo normativo, ma non solo, sono soprattutto le grandi imprese (molte tra quelle con più di 500 dipendenti che in Lombardia sono circa 500 – rilevazioni Camera di Commercio) ad aver ad esempio adottato un mobility manager per limitare gli effetti sull’ambiente degli spostamenti dei propri lavoratori.

“Ma la forbice esistente tra le regole dell’economia e quelle dell’ecologia è ancora troppo ampia e va ridotta ulteriormente per poter parlare con successo di economia sostenibile”, continua Bellini, “e nessun operatore economico si può sentire oggi esentato dal confrontare questi grandi temi con i legittimi obiettivi aziendali di profitto e sviluppo”.

Proprio per questo la “Guida pratica” – liberamente scaricabile fra qualche giorno sui siti di Asseprim, Camera di commercio  e Unione Confcommercio Milano – è stata pensata come strumento utile per consentire a micro, piccole medie e grandi imprese, di avvicinarsi al tema con semplicità ricordando che “questa nuova attenzione può portare all’impresa significativi vantaggi in termini di competitività, immagine ed affidabilità, connotandola agli occhi del cliente e dei portatori d’interesse, gli stakeholder, come realtà virtuosa, moderna e, per questo anche di maggior successo”.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen