close
Moda

Sequoia Paris, il segreto è la coerenza

no thumb

Intervista a Florence Sisso, fondatrice del marchio parigino che dal 1988 è specializzato nella produzione di borse e piccola pelletteria ed è riuscito ad affermarsi su diversi mercati

Brand parigino di borse e piccola pelletteria, Sequoia Paris dal 1988 racconta attraverso accessori raffinati donne che sanno essere protagoniste delle proprie scelte. Presente nel mondo in punti vendita selezionati, boutique monomarca, Shop in Shop e Corner nei Department Store più IN del pianeta, Sequoia Paris è diventato negli anni un brand di riferimento grazie anche al talento di Pierre Hardy unico direttore artistico e creatore di tutte le collezioni. Luxgallery ha incontrato Florence Sisso, fondatrice del marchio parigino Sequoia Paris insieme al marito Daniel.

Com’è nata la maison?

Sequoia Paris è nata dal fortunato incontro di mio marito Daniel Sisso con il genio creativo di Pierre Hardy. Dalla loro condivisione d’intenti è nata una maison che ha avuto fin dall’inizio l’intento di rivoluzionare il suo settore di riferimento. Fin dalla sua creazione, Sequoia ha cercato di fare della coerenza il suo baluardo e le nostre borse non hanno mai voluto essere all’ultima moda, ma piuttosto essere intramontabili.

Creatività e business: come si riesce a trovare il giusto equilibrio?

Come ho detto prima, fin dai primi passi alla base della nostra azienda c’è sempre stata l’unione indissolubile di creatività, coerenza, posizionamento e, naturalmente, qualità. Il non dover per forza seguire i diktat della moda ci permette di essere più liberi e fare scelte più consapevoli, dando voce alla vera creatività. Questa coerenza ci ha permesso di superare brillantemente anche gli ultimi mesi difficili per l’economia internazionale, affermando anzi il nostro posizionamento nel mercato.

È diverso l’approccio al brand in Francia rispetto, ad esempio, all’Italia o comunque nel mondo?

Sequoia Paris è già affermata in mercati chiave come Usa, Giappone, Corea, Russia, Middle East, oltre che in diversi Paesi europei. Il mercato italiano, però, per la nostra maison riveste un ruolo chiave per la sua importanza e centralità nel settore moda in materia di tradizione e stile. Gli italiani sono esigenti perché abituati ad avere in casa il top del fashion e per noi è davvero un orgoglio essere diventati negli anni un brand di riferimento, grazie anche all’impareggiabile lavoro dei nostri collaboratori sul vostro territorio.

Come scegliete i luoghi dei vostri punti vendita?

Oggi Sequoia è presente con una distribuzione selezionata in circa 100 negozi, tra pellettieri, negozi di accessori e di moda, oltre naturalmente a prestigiosi corner come quello in Rinascente. Abbiamo già monobrand a Parigi, Bruxelles, Tokyo, Hong Kong, Madrid e Beirut, oltre a corner e shop in shop presso Galeries Lafayette, Printemps, Mitsukoshi e Takashimaya e in altri bei negozi di moda e pelletteria.

Quali sono i prossimi obiettivi della maison?

Nonostante le incertezze del mercato il brand è riuscito a cavalcare l’onda, continuando la sua strategia iniziale e fondando il suo successo su un legame con le clienti fatto di passione, stile e lealtà. Il futuro vede l’apertura di nuovi punti vendita, anche nel vostro Paese. A fine aprile sarà inaugurata la prima boutique italiana a Parma. Maggio sarà il mese dell’apertura della boutique on-line anche in Italia, dove poter acquistare anche le collezioni, come la Linea Bagagli Costes, non ancora presenti nei negozi italiani ed entro l’estate sarà inaugurato anche il primo monomarca nel sud Italia, precisamente a Cosenza. Quattro anni fa abbiamo poi iniziato un progetto di diversificazione. Il primo settore coinvolto è stato quello della valigeria, firmando un set originale e stimolante ma che allo stesso tempo fosse fedele all’identità Sequoia. Con la prossima stagione entreranno a far parte della nostra collezione scarpe, sciarpe e guanti capaci di regalare alle donne uno stile impareggiabile che sia lussuoso ma allo stesso tempo accessibile, anche nel prezzo. La brand extension è spesso un’arma a doppio taglio e noi abbiamo cercato anche in questa occasione di mantenere salda la nostra identità.

Chi sono le donne Sequoia Paris?

Le donne che ispirano le nostre creazioni sono certamente moderne e attive. Elegante e sobria, chi sceglie Sequoia Paris preferisce la cura del dettaglio al lusso urlato. La borsa per noi è un accessorio, un tocco di stile, capace di completare il look delle nostre clienti senza creare loro impiccio e difficolt,à ma senza nemmeno dimenticare un imprinting decisamente fashion.

C’è un’icona di stile a cui vi ispirate o alla quale vorreste dedicare una delle vostre creazioni?

Io non amo il concetto di icona. Le nostre creazioni sono le nostre vere star e le donne che le acquistano sono i modelli a cui ispirarci e tendere. Sia io, sia Pierre Hardy non crediamo che sia utile legare il nostro brand a una donna che, per quanto bella e nota, non potrà mai rappresentare tutte le nostre clienti: e allora che siano le nostre borse a parlare a loro.

A cura di Luxgallery

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen