close
Benessere

Crescono le imprese del benessere in Italia

no thumb
centro_benessereNel Belpaese è boom di imprese del “benessere”: in un anno sono raddoppiate le imprese di tatoo e piercing e cresce il numero di centri gestiti dagli stranieri

In Italia crescono le imprese del “benessere”: in un anno sono aumentate del +1,9%: raddoppiano le imprese specializzate in tatuaggi e piercing (+99,3%), crescono i servizi di manicure e pedicure (+7,1%), i servizi degli istituti di bellezza (+4,8%), i centri benessere (+4,7%), i barbieri e i parrucchieri (+0,8%). Nei primi sei mesi dell’anno in Italia hanno aperto oltre 3.600 imprese individuali nelle attività del “benessere” e il 7,9% ha come titolare un extracomunitario: in particolare un centro benessere su tre che ha aperto nel 2010 è cinese.

Le imprese del benessere sono localizzate perlopiù in Lombardia (17,1%), in Veneto (8,7%), in Piemonte (8,6%) e in Campania (8,6%). Nell’ultimo anno sono cresciute soprattutto nel Lazio (+4,1%), Lombardia (+2,5%) e in Campania (+2,4%). In particolare i barbieri e parrucchieri nel Lazio crescono del 3%, i servizi degli istituti di bellezza aumentano in Campania dell’8,1% e in Lombardia i centri benessere registrano +14%. Nell’Italia centro meridionale crescono i servizi di manicure e pedicure: Lazio (+29,6%), Puglia (+10,7%) e Sicilia (+9,8%). E’ quanto emerge da una elaborazione dell’Ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese.

Tatuaggi e piercing
In Italia sono 548 le imprese specializzate in tatuaggi e piercing e ben 143 hanno aperto nei primi sei mesi dell’anno. Se si considerano anche le attività che realizzano tatuaggi e piercing in via accessoria arriviamo a più di 1000 imprese per un giro d’affari stimato intorno a 90 milioni di Euro. L’identikit del titolare di impresa individuale di tatuaggi e piercing Più del 90% delle imprese del settore è individuale e nel 53,7% dei casi il titolare è uomo, fra i 30 e i 49 anni. E circa 1 impresa su 4 ha come titolare una donna, e non vi sono titolari di impresa over 70.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen