close
Internazionalizzazione

La Cina a caccia di top manager stranieri

no thumb

bandiera_cinaCominciata la ricerca di manager stranieri che saranno assunti da aziende statali cinesi. Con un annuncio sul suo sito web, la State-owned Assets Supervision and Administration Commission ha pubblicato l’elenco dei manager internazionali richiesti per 19 società di proprietà del governo cinese.

La Cina è a caccia di venti talenti da inserire nei posti di comando delle più importanti aziende del Paese, secondo l’annuncio pubblicato oggi sul quotidiano “Chiana Daily”. La seconda potenza economica del mondo, dopo gli Usa, ha bisogno di cinque general manager, quattro vice general manager, tre revisori contabili, tre avvocati, cinque tra direttore tecnico, capo progettista, presidente e vice presidente.

Otto delle società che hanno bisogno di rimpolpare il proprio organigramma figurano nella lista 2010 delle 500 principali aziende stilata dalla rivista economica “Fortune”. Nel 2009 l’Assets Supervision and Administration Commission (Sasac), la commissione statale che si occupa della gestione del personale delle aziende cinesi pubbliche, ha assunto con avviso pubblico 521mila dipendenti, un incremento del 56% rispetto al 2004 (334 mila).

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen