close
Premi e concorsi

Arte e impresa si incontrano a Bergamo

arteimpresa2010

Aperto il bando per partecipare ad “ArteImpresa”. Le richieste di partecipazione dovranno essere inviate entro e non oltre il 17 dicembre 2010. Le migliori opere verranno esposte nel mese di ottobre 2011

“Capitali intangibili:luoghi, relazioni, persone”: è questo il tema scelto per la settima edizione di “ArteImpresa”, una mostra concorso unica nel suo genere nel panorama nazionale, organizzata da Confindustria Bergamo, Accademia di Belle Arti, Comune di Bergamo e Lions Club Bergamo Host, che vuole unire il mondo dell’imprenditoria e quello dell’arte.

La mostra è stata ideata per promuovere un itinerario creativo comune tra imprese e giovani artisti che culminerà nella realizzazione di opere d’arte contemporanea che saranno esposte nell’autunno 2011 all’Accademia Carrara di Belle Arti. La formula è semplice, ma innovativa: alle imprese partecipanti, “ArteImpresa”, che si svolge con il sostegno della Fondazione Credito Bergamasco, affiancherà i talenti più promettenti tra gli studenti dell’Accademia Carrara di Belle Arti, offrendosi alle coppie in gara come “incubatore” di un percorso creativo comune, di ideazione, sviluppo e realizzazione di un’opera d’arte contemporanea che, indagando gli aspetti legati al tema scelto, sia in grado di restituire nuovi punti di vista sulla realtà che ci circonda e input al cambiamento e al rinnovamento. Cambiamento che risulta quanto mai indispensabile in un momento di difficoltà come quello attuale: “In un contesto di crisi sostenere il rinnovamento con un’iniziativa di questo tipo è una sfida senz’altro impegnativa, ma che vale la pena di cogliere – ha dichiarato l’imprenditrice Simona Bonaldi, in rappresentanza di Confindustria Bergamo -. Il nostro territorio e gli imprenditori bergamaschi, d’altra parte, hanno sempre dimostrato una grande passione per il lavoro anche attraverso la capacità di investire per il futuro. Un modo per farlo può essere proprio quello di portare in azienda un giovane artista, dando dimostrazione che il capitale umano è il vero cuore del nostro sistema imprenditoriale”. La collaborazione permetterà a entrambe le realtà, quella imprenditoriale e quella formativa, di acquisire reciprocamente conoscenze e valori, in un’ottica di crescita e di acquisizione di consapevolezza rispetto ai processi creativi e produttivi sottesi sia all’arte, sia all’impresa.

Da un lato, quindi, ArteImpresa offre alle imprese l’occasione di verificare come la propria forza competitiva e capacità di cambiamento possano essere stimolati dalla creatività delle nuove generazioni artistiche, affidando loro il compito di “fotografare” da un diverso punto di vista l’impresa, con la sua storia, i suoi valori, la sua realtà umana e produttiva, alla ricerca di un terreno fertile alla crescita e all’innovazione.”Questa sinergia tra istutuzioni educative e territorio – ha commentato Danilo Minuti, assessore all’Istruzione e alle Politiche giovanili del Comune di Bergamo – credo sia fondamentale per affrontare le sfide del futuro. Grazie a questa iniziativa i giovani artisti possono avvicinarsi al mondo del lavoro e le aziende hanno a disposizione un grandissimo potenziale creativo”. ArteImpresa, dunque, va controcorrente e, in momento cruciale di evoluzione economica e sociale come quello che stiamo attraversando, sceglie di puntare con ancora maggior convinzione sulla creatività e la capacità di innovare delle nuove generazioni artistiche, non come concetti astratti ma come preziose e concrete opportunità di ripresa e innovazione. Il bando di partecipazione per le aziende si chiuderà il 17 dicembre 2010. Una volta chiuso si procederà alla selezione degli studenti e all’abbinamento con le imprese partecipanti. Avrà quindi inizio il progetto creativo che vedrà i giovani artisti lavorare fianco a fianco con gli imprenditori per la realizzazione di un’opera d’arte che sarà finanziata dalle singole aziende. Le opere e gli itinerari progettuali saranno raccontati in un catalogo realizzato grazie alla Fondazione Credito Bergamasco. Per maggiori informazioni www.confindustria.bg.it/arteimpresa

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen