close
Yacht

Salone Nautico di Genova, vele tra antico e moderno

salone_genova2010

Alla scoperta delle barche a vela della rassegna,dalla Fivea al 64’ RS della Jacaroni Yachts, un lussuoso yacht a vela lungo 20 metri e caratterizzato da una costruzione molto solida in composito e-glass

Dopo avervi parlato delle barche a motore presentate in anteprima al Salone Nautico di Genova 2010, ecco alcune delle barche a vela più innovative lanciate durante la rassegna ligure. Regina incontrastata si presenta Fivea, 45 metri in acciaio di Perini Navi Group. La nave, progettata dagli architetti navali Perini Navi in collaborazione con il neozelandese Ron Holland, presenta alcune differenze rispetto alle precedenti imbarcazioni della serie 45 metri: la doppia motorizzazione CAT C18 Acert situato nella sala macchine centrale e la sovrastruttura in alluminio con profilo più snello e aerodinamico.

I circa 1200 metri quadrati che compongono il piano velico sono sostenuti da un albero in alluminio la cui altezza supera i 51 metri su cui è montato un boma realizzato in fibra di carbonio. Gli interni si ispirano alla tradizione classica marinara e sono realizzati essenzialmente mediante l’utilizzo di Teak. Accanto al super yacht Perini saranno altre le barche a vela capaci di colpire sia chi ama le regate sia la crociera. Per entrambi gli scopi è costruito il Baltic 65 Stig di Baltic Yachts, probabilmente uno degli yacht più performanti mai costruiti dal cantiere, equipaggiato con due rande, una con allunamento minimo per una maggiore maneggevolezza e una da gara. Dal momento che una barca da regata dovrebbe avere una deriva profonda, mentre una da crociera dovrebbe poter navigare anche nelle acque meno profonde, il Baltic 65 è dotato di deriva telescopica, in grado di sollevarsi ed abbassarsi a seconda delle esigenze: la deriva è completamente esterna e non va pertanto ad intaccare la struttura ed i volumi interni dello yacht.

Grande attesa per il 64’ RS della Jacaroni Yachts, nella sua nuova versione. Questo lussuoso yacht a vela, lungo 20 metri, è caratterizzato da una costruzione molto solida in composito e-glass, ha un dislocamento pari a 42 tonnellate, un’autonomia transatlantica a motore (pari a 3000 miglia), timoneria interna e automazione del piano velico. Gli interni ritrovano l’unicità senza tempo dello stile classico.

Sunbeam Yachts lancia il Sunbeam 35.1. La struttura di questo nuovo Sport Luxury Cruiser e, la sua qualità costruttiva, sono in linea con la tradizionale filosofia del cantiere basata su concetti ben precisi: cruiser, solidi, sicuri, marini, confortevoli, veloci, adatti a lunghe permanenze in mare e conducibili nel massimo della sicurezza da equipaggi ridottissimi. Nel progetto l’aspetto DESIGN è stato curato con particolare attenzione.

Due le principali novità di Bavaria. Il Cruiser 40 e il Cruiser 36, dotati di moderni piani velici per ottenere ottime performance, in particolare alle andature di bolina più strette. Nel 36 la regolazione delle vele è semplice, per facilitare i neofiti, e precisa, per la massima soddisfazione in regata.

Doppia proposta anche per i cantieri Se.Ri.Gi: Solaris One 60 e Solaris One 44. Il secondo è realizzato su progetto dell’argentino Javier Soto Acebal. La carena e le appendici di impostazione IRC sono il risultato delle diverse carene, collaudate precedentemente in vasca. Scafo e coperta sono costruite con il sistema dell’infusione, la struttura realizzata con successivo sacco a vuoto e infusione, mentre le paratie e le lande sono in composito. Queste specifiche costruttive definiscono un’imbarcazione rigida e leggera, grazie all’assenza di controstampi sia sullo scafo che sulla coperta. Il piano velico prevede lande a murata e fiocco a bassa sovrapposizione, per un facile utilizzo sia in regata, sia con equipaggio ridotto.

Il 375 Grand’Larfge è lanciato dai francesi di Dufour. Disegnato per assicurare comfort, possiede line eleganti, elevate manovrabilità e performance veliche, nonché un alto livello delle rifiniture. Inoltre dispone di doppia ruota del timone, cosa non comune su un 37 piedi, mentre il controllo delle vele viene assegnato al cockpit. Ergonomia ed elementi di design completano l‟imbarcazione. Una curiosità: lo yacht è dotato di cantinetta per il vino.

A cura di Luxagallery

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen