close
Eventi biz

Università e aziende a confronto

bip

Si aprirà domani, giovedì 23 settembre, la quarta edizione della Borsa del Placement, il Forum che ogni anno riunisce a Cernobbio i responsabili risorse umane delle aziende e i dirigenti degli uffici placement delle università, italiane ed estere

L’edizione 2010 del Forum ospita a Villa Erba oltre 300 delegati (in rappresentanza di 75 università italiane e straniere e di 60 prestigiose aziende multinazionali) e si presenta ricca di spunti e approfondimenti. Tra gli argomenti in cartellone, il contributo delle nuove tecnologie allo sviluppo del placement e del recruiting, la comunicazione con i neolaureati nell’era del web 2.0 e delle reti internazionali. Ma il focus della manifestazione restano gli incontri one-to-one: 1.500 incontri già in agenda tra i career service degli atenei e i responsabili risorse umane delle aziende.

Rilevante anche la presenza straniera nell’edizione 2010, con la partecipazione di rappresentanti di atenei stranieri di 18 Paesi, tra cui le new-entry di Albania, Finlandia, Grecia, Romania e Turchia, che vanno ad aggiungersi ai delegati di Russia, Brasile, Marocco e Cile, Algeria, Polonia, interessati a comprendere in particolare le competenze specifiche richieste dalle aziende italiane che delocalizzano la produzione all’estero. “Il placement universitario -spiega Tommaso Aiello, Ceo di Emblema, la società che organizza il Forum- è il ponte necessario per traghettare i neolaureati dallo studio al lavoro: serve agli atenei, che hanno la responsabilità e l’obbligo di supportare i propri studenti nella ricerca della prima occupazione, e serve alle aziende che, grazie ad un interlocutore preciso all’interno delle università, possono suggerire l’adattamento dei percorsi formativi ai loro fabbisogni”.

“La Borsa è stata ideata -aggiunge Aiello- proprio nella convinzione che il placement abbia un ruolo strategico per la transizione scuola-lavoro e che sia, quindi, necessario stimolare un contatto diretto tra questi due mondi: le aziende hanno necessità di integrare i propri staff con laureati in possesso di competenze sempre più settoriali e approfondite e, tanto più gli atenei sapranno ‘modellare’ i propri percorsi formativi sulle esigenze delle imprese, tanto maggiori saranno le chance per i propri laureati di trovare sbocchi occupazionaliIl nostro obiettivo è ridurre definitivamente la distanza tra il mondo delle aziende e quello delle università“. Il forum si aprirà con il convegno’“Come utilizzare le nuove tecnologie per migliorare i rapporti tra università e imprese’. Tra i relatori il francese Daniel Prin che spiegherà con un punto di vista internazionale come le aziende stanno utilizzando i social network per promuovere il proprio employer branding agli studenti e neo-laureati per creare talent pool. Seguiranno le testimonianze sul tema degli Hr (Human resources) Director di importanti brand internazionali come Orange Business Services e Coca Cola HBC.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen