close
Economy

Al via un progetto per le pari opportunità in azienda

pari_opportunita

La Provincia di Milano, insieme al Centro Studi Progetto Donna, darà vita ad una sperimentazione su un gruppo di sei aziende lombarde, Amsa, Atm, Arpa, Azienda ospedaliera Salvini, Banca popolare, Fumagalli e Milanosport, che ha come obiettivo la promozione delle pari opportunità all’interno delle società

Nel 2008 le donne laureate sono circa il 55% contro il 45% degli uomini. Ma, nonostante i livelli di istruzione femminile siano mediamente più alti rispetto a quelli degli uomini, forme contrattuali precarie, carenza di servizi e maggiori difficoltà nelle progressioni di carriera, sono ancora aspetti critici della condizione lavorativa delle donne.

E’ scritto nero sui bianco nel Rapporto annuale 2009 elaborato dall’Osservatorio donna della Provincia di Milano. Ma non solo: secondo i dati forniti dall’indagine Manageritalia 2009 su 51.767 dirigenti in Lombardia, 44.810 sono uomini e 6.957 donne. Mentre da una ricerca Gea “Donne: motore per lo sviluppo e la competitivita”, emerge che su 11.730 posizioni dirigenziali in Lombardia, il 7,6% sono ricoperte da donne. Questi sono solo alcuni dei dati che ci hanno portato a serie riflessioni rispetto all’attuazione di politiche di parità nelle aziende. Da qui nasce la messa in campo del progetto dedicato all’organizzazione di genere nelle aziende”, ha concluso l’assessore Stancari. Sono sei le aziende di Milano e provincia che parteciperanno al progetto che ha come obiettivo quello della promozione delle pari opportunita’ all’interno delle società. Il progetto si propone di sperimentare in un gruppo di aziende del territorio lombardo l’applicazione del metodo POAR, Piano d’area per le Pari Opportunita’, come strumento per accompagnarle verso la certificazione di Qualità anche nelle Pari opportunita’. Il metodo POAR e’ finalizzato all’individuazione dei punti di forza e di debolezza in un’ottica di pari opportunita’ fra uomini e donne in campo lavorativo, alla creazione di un piano di intervento per ottimizzare l’organizzazione aziendale e alla gestione delle risorse delle risorse umane.

Si tratta di studiare i processi organizzativi come la selezione del personale, la formazione, lo sviluppo di carriera per poi rielaborarli con l’introduzione di politiche di pari opportunità, affiancando il personale e i dirigenti per poi applicare i cambiamenti organizzativi proposti. Al termine del progetto verra’ consegnato un Premio di Qualità, l'”Equality logo” alle aziende che hanno partecipato e che hanno applicato gli standard richiesti. Le aziende che parteciperanno al progetto sono: Amsa (Milano), Atm (Milano), Arpa (Lombardia), Azienda ospedaliera Salvini (Garbagnate Milanese), Banca popolare (Milano), Fumagalli (Como) e Milanosport (Milano). Il progetto, finanziato dal Ministero del Lavoro, è promosso dal Centro Studi Progetto Donna, insieme all’assessorato alle Pari opportunita’ della Provincia di Milano, il Comitato per la promozione dell’Imprenditoria femminile della CCIAA di Milano, da Cgil, Cisl e Uil Milano e dalla Consigliera di Parità regionale della Regione Lombardia.

 

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen