close
Motori

Bmw K1600, aspettando l’Eicma

no thumb

Presentata al salone di Colonia, non mancherà di fare la sua apparizione anche all’Eicma 2010 la Bmw K1600, l’ultima arrivata della casa bavarese

Una granturismo con due ruote e 6 cilindri questo modello unisce potenza, tecnologia e tenuta di strada. Quando parliamo della Bmw K1600 dobbiamo pensare a prestazioni di primo livello, a una moto dotata di 160 Cv a 7.750 giri e una coppia di 175 Nm 5.250 giri, oltre che al motore più stretto e leggero realizzato finora, solo 102,6 kg con tutti gli accessori.

L’acceleratore elettronico ride by wire con tre mappature e il controllo della trazione integrati con le sospensioni a regolazione anch’essa elettronica garantiscono la stabilità della moto e la guidabilità su strada. Tra i tanti sistemi elettronici che caratterizzano la Bmw K1600 troviamo anche l’Adaptive Light Control, che in combinazione con i fari allo xeno, compensa l’inclinazione della motocicletta adattando il fascio di luci alle condizioni di guida migliorando la visibilità in curva, in accelerazione e in frenata in modo sorprendente. Declinata in due versioni, GT e GTL si differenzia per posizione di guida e capacità di carico soddisfando le esigenze dei più sportivi, la prima, con sella in due pezzi e posizione di guida più dinamica e dei “viaggiatori”, la seconda, con la sella a due piani, più spazio per il passeggero, valigie, bauletto con schienale e pedane avanzate per una posizione più comoda e rilassata.

A cura di Luxgallery

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen