close
Economy

Il rilancio del manifatturiero “Made in Lombardy”

manifatturiero

Investire in ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico è il primo passo necessario per rilanciare il settore manifatturiero e promovuere l’eccellenza dei prodotti italiani

La Lombardia rilancia l’economia manifatturiera. E per farlo punta sul rafforzamento dell’internazionalizzazione e sullo sviluppo di una filiera della sostenibilità. “Il manifatturiero Made in Italy – ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni – continua a essere apprezzato e ricercato in tutto il mondo, perchè nel nostro Paese esiste quel tessuto sociale e culturale in cui è possibile l’eccellenza.

E l’eccellenza non conosce il declino, il fare bene che distingue i prodotti lombardi e italiani, frutto di talento, creatività, genialità è certamente uno degli antidoti alla crisi”. Un esempio confortante riguarda i macchinari in Cina: molti sono prodotti in Italia o costruiti su licenza italiana. “Macchine in cui abbiamo tradotto in tecnologia i nostri saperi di produttori – ha commentato il presidente lombardo – che sono da sempre la prima voce del nostro export verso i giganti asiatici, con quasi mezzo miliardo di euro di valore e nell’ultimo anno un +67,9% di incremento”.Negli ultimi due anni e’ stato erogato da Regione Lombardia 1 miliardo di aiuti alle aziende e 3 miliardi di risorse sono state mobilitate grazie alle garanzie regionali sui crediti; inoltre 1,5 miliardi e’ la cifra destinata agli ammortizzatori sociali.

“Il nostro impegno – ha garantito Formigoni – è quello di continuare a promuovere l’eccellenza del Made in Lombardy sui mercati internazionali, favorendo l’aggregazione tra imprese e supportando un maggiore consolidamento delle loro presenze nei mercati esteri”. Altra sfida centrale per il futuro del settore manifatturiero riguarda lo sviluppo di una filiera della sostenibilità e della qualità ambientale.”Per questo – ha detto Formigoni – è necessario continuare a investire in ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico”.
“In questa direzione – ha annunciato Formigoni – Regione Lombardia ha deciso di investire, già nel mese di giugno, 50 milioni di euro per finanziare 50 progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in settori chiave come biotech, moda, design, ict, nuovi materiali. Intendiamo così dare un’iniezione di fiducia al nostro sistema produttivo”.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen