close
Economy

Lombardia, in aumento le donne del terziario

donne_terziario

Il Gruppo Terziario Donna (Unione Confcommercio Milano) premia le imprenditrici delle regioni “motore” d’Europa. Nel frattempo si registra una crescita del numero di imprese femminili attive nel settore del terziario lombardo

Le donne lombarde del terziario resistono alla crisi: ne è una dimostrazione l’aumento dello 0,7% in un anno del numero di ditte individuali. Trainano Monza, dove si registra un aumento dello 7,3% e Lodi, con una crescita del numero di ditte pari allo 3,4%.

Aumentano i settori dell’istruzione (+3,9%), della sanità e assistenza sociale (+3,1%) e, dei servizi generici (+2,9%), che rappresentano anche la seconda voce come numero di imprese con il 23% sul totale del terziario femminile, in testa il commercio con 42,6%. A livello provinciale dopo Milano (30%), seguono Bergamo e Brescia (rispettivamente 15,1% e 10,9%). La presenza rosa nel settore dei servizi lombardo è invece del 29,5%, con picchi del 35,8% a Sondrio e del 34,4% a Pavia, tra i comparti svetta il 69,2% in sanità e assistenza sociale, seguito dal 58,9% in servizi generici. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese al secondo trimestre 2009 e 2010. Assegnati i riconoscimenti della quarta edizione del Premio europeo “Donna Terziario”, promosso dal Gruppo Terziario Donna di Unione Confcommercio Milano (con Promo.Ter Unione, la collaborazione e il sostegno della Camera di Commercio di Milano e il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia e Comune di Milano. Sponsor Fondo Est, Emva, Fidicomet) per premiare le imprenditrici che, nelle quattro regioni “motore d’Europa” – Lombardia, Baden Württemberg, Catalogna, Rhône Alpes – hanno dedicato la loro vita professionale al terziario valorizzando la figura della donna imprenditrice in ambito economico e nel volontariato sociale.

All’incontro – svoltosi presso la sede di Unione Confcommercio a Palazzo Castiglioni in corso Venezia – hanno partecipato, con Maria Antonia Rossini (presidente del Gruppo Terziario Donna di Unione Confcommercio Milano): il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli; l’assessore a Famiglia, scuola e politiche sociali del Comune di Milano Mariolina Moioli; Monica Guarischi, delegata del presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni per la promozione delle pari opportunità e l’assessore al Commercio, Turismo e Servizi della Regione Lombardia Stefano Maullu. Nel corso dell’incontro relazione su “Appartenere all’Europa: conoscerne competenze e opportunità” svolta da Arnaldo Ferragni (alto dirigente del Parlamento Europeo). “Le donne – ha commentato Carlo Sangalli, presidente di Unione Confcommercio Milano e Lombardia e della Camera di commercio di Milano – sono sempre più attive e protagoniste sul mercato del lavoro, a partire dal settore dei servizi, specie grazie alle loro qualità, ma c’è ancora molto da fare per promuovere la presenza femminile. Anche nel lavoro autonomo e nelle imprese che giocano un ruolo importante nel nostro Paese. Nella crescita della competitività bisogna premiare il capitale umano, l’istruzione e il lavoro della conoscenza, elementi presenti e diffusi nell’universo in rosa”.

Quattro regioni “motore” d’Europa: le imprenditrici premiate

Federica Ortalli (Lombardia) imprenditrice nel settore dell’infanzia (a capo di un’azienda tutta al femminile con 85 persone fra dipendenti e collaboratrici). Motivazione: per le capacità imprenditoriali dimostrate, l’impegno con cui promuove le iniziative di fund raising per enti no profit e l’attenzione e la dedizione con cui porta avanti l’attività sindacale della sua associazione di riferimento (è presidente di Assonidi Milano).

Montserrat Intente Brugarolas (Catalogna) imprenditrice nel settore alimentare-catering alberghiero. Motivazione: per la forza, la determinazione e il coraggio con cui ha saputo affrontare alcune importanti sfide della vita non solo in ambito imprenditoriale, ma soprattutto umano e affettivo.

Jacqueline Masson Blanc (Rhône Alpes) imprenditrice nel settore della ristorazione e alberghiero.
Motivazione: per l’impegno nella difesa, nella promozione e nella diffusione dei prodotti di qualità sia in Francia che all’estero grazie all’ormai consolidata attività nel settore della ricettività e della ristorazione.

Stephanie Kristina Scheer (Baden Württemberg) imprenditrice nel settore caseario (import-export). Motivazione Per la determinazione e l’impegno con cui seppur giovanissima riesce a coniugare gli impegni professionali con un’importante attività di volontariato.

Menzione speciale del Gruppo Terziario Donna di Unione Confcommercio Milano

Claudia Buccellati
Imprenditrice nel settore orafo. Motivazione Per l’attenzione, la sensibilità e la semplicità con cui da sempre è vicina ai più bisognosi e agli anziani attraverso l’ideazione, la realizzazione e la promozione di iniziative sociali e culturali che coinvolgono l’intera città di Milano.

Riconoscimenti a imprenditrici del terziario di Milano, Monza (e province) assegnati a: Giuseppina Cavazzana (bar trattoria); Federica Conca (pulitintolavanderia); Elisabetta Cozzi (concessionario auto); Donatella Galli (articoli della tavola, della casa, del regalo); Agnese Galli (gestore carburanti); Laura Governa (prodotti fotografici); Consiglia Leone (prodotti ortopedici); Rita Palumbo (pubbliche relazioni e comunicazione d’impresa); Maria Rosa Pravettoni Buzzini (articoli sportivi, armi-munizioni); Maria Luisa Vanossi (ristorazione).

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen