close
Focus imprese

Magazzini Generali, logistica e dogana per le Pmi

magazzini_generali

Da Concorezzo, nel territorio di Monza e Brianza, la storia di un’azienda in grado di garantire una serie di soluzioni logistiche e doganali integrate per aiutare le aziende nelle procedure di import ed export. La famiglia Barbazza ha rilevato l’impresa nel 2004 scrivendo un nuovo capitolo e raggiungendo ad oggi un fatturato di circa 5 milioni di euro

Nel giro di poco più di settant’anni sono passati dall’essere una delle principali sezioni doganali per il Nord Italia a una vera e propria azienda di eccellenza sul fronte della logistica, del magazzinaggio e della distribuzione. Stiamo parlando dei Magazzini Generali della Brianza, società presso la quale dal 1969 è attiva la Dogana Interna di Concorezzo (Monza e Brianza) e oggi affermata realtà con un fatturato complessivo di circa 5 milioni di euro e una mission chiara: aiutare le Piccole e Medie Imprese italiane a crescere e ad avere successo sul fronte internazionale, mettendo a disposizione una serie di soluzioni logistiche e doganali integrate.

Come? Andando oltre le “semplici” procedure doganali per arrivare ad off rire un servizio di logistica integrata ad hoc. Il tutto sotto la nuova guida della famiglia Barbazza che nel 2004 ha rilevato l’intera azienda per imprimere un vero e proprio cambio di rotta, con al comando il presidente Giuseppe Barbazza, e i due fi gli, Alessio e Paola, rispettivamente Amministratore Delegato e Responsabile Ammnistrazione e Finanza. “Mio padre Giuseppe ha lavorato per anni in questa azienda – racconta l’ingegner Alessio Barbazza. Negli anni Novanta però, con l’abolizione dei vincoli doganali in seguito alla nascita dell’Unione Europea, la situazione è precipitata. Io e la mia famiglia abbiamo deciso di rilevarla con l’obiettivo di risollevarla dalle ceneri e dal momento critico che stava attraversando”. La storia dell’azienda ha radici ben lontane. Partita negli anni Trenta si è modifi cata nel tempo, parallelamente alla Storia Italiana. “Nel secondo dopoguerra – prosegue l’Amministratore Delegato – i Magazzini furono utilizzati soprattutto per facilitare la ricostruzione del Paese diventando un vero e proprio deposito per le merci con le funzioni di una normale dogana. La svolta degli anni Novanta ha portato a un cambio radicale della mission dell’azienda”. Una svolta partita, prima di tutto, dal cambio di clientela: “Se prima eravamo fornitori di case di spedizione, ergo società di trasporti internazionali con uffi ci in tutto il mondo, si è deciso di andare direttamente sull’imprenditore che compra la merce all’estero per poi portarla in Italia. Basandoci sull’analisi del mercato attuale delle esportazioni e importazioni abbiamo creato un servizio sfruttando una storia di 40 anni”. L’azienda ha così creato un sistema di logistica specializzata per le Piccole e Medie Imprese che iniziavano a muoversi nel campo dell’import ed export. “Siamo una realtà relativamente piccola e per questo ci rivolgiamo alle piccole e medie imprese mettendo a disposizione servizi di consulenza e una piattaforma di 20mila metri quadrati coperti (a Concorezzo e a Cornate d’Adda) per organizzare la logistica delle merci – spiega Alessio Barbazza -. Prendo come esempio un imprenditore che vuole commercializzare tessuti per camicie da uomo, creando una partnership con un produttore indiano di tessuti diversi. Per avere i tessuti a disposizione in Italia, l’imprenditore dovrebbe prima di tutto sdoganare tutta la merce in un colpo solo, versando una cifra troppo alta, senza sapere effettivamente quali tessuti andrà a vendere. In alternativa il fornitore indiano dovrebbe aprire una società italiana, sopportando costi proibitivi sopratutto in fase di start up.

Appoggiandosi a noi invece il fornitore indiano può fare arrivare la merce nei nostri magazzini, in una sorta di “conto vendita” per il commercio internazionale, senza dover aprire alcuna società. A seconda delle richieste del mercato, la merce viene venduta dal fornitore indiano all’imprenditore italiano il quale procede a sdoganare solo la merce che serve. L’imposta viene pagata e l’imprenditore può evitare di pagare l’Iva attraverso il meccanismo dell’autofattura. Il tutto garantito da sistemi informatici innovativi e all’avanguardia”. Attraverso questo servizio di outsourcing logistico, dati alla mano, le Piccole e Medie Imprese vanno incontro a un risparmio fi nanziario di oltre il 30% del valore di acquisto della merce. Il servizio si rivolge soprattutto alle Pmi, commerciali e non, che acquistano merci da Paesi ExtraUe per poi venderle o utilizzarle in Italia o negli altri Paesi dell’Unione Europea ma anche in Paese Extra UE. “Questa tipologia di imprese si troverebbe altrimenti a sostenere costi logistici che sono il doppio rispetto alle grandi imprese – prosegue Barbazza. I nostri magazzini sono forniti di Sezione Doganale interna dove operano 20 funzionari dell’Agenzia delle Dogane e Guardia di Finanza in forza permanente”. Per questo motivo sono garantiti servizi quali: deposito merci allo stato estero e nazionalizzate; deposito fi scale IVA; deposito accisa per alcool, birra e bevande alcoliche; regime di perfezionamento attivo e passivo; trasformazione sotto vincolo doganale; transito comunitario e regime TIR; regime ATA. La crisi di questi anni non ha lesionato le performance dell’azienda che continua a crescere: “Con la crisi abbiamo perso il 18% circa del fatturato, dopo un aumento del 20% registrato nel 2008. Per il 2010 pensiamo già di ritornare ai livelli del 2008: dai primi mesi dell’anno infatti il volume di merce movimentata sta ricominciando ad aumentare. Oggi l’azienda è costituita da oltre 50 collaboratori e realizza oltre 5 milioni di euro di fatturato. “Le possibilità di crescita – conclude Barbazza – sono molte. Non dimentichiamoci che nell’area di Milano arriva il 40% circa della merce destinata al mercato italiano. Siamo in una posizione strategica che gioca a nostro favore”.

Magazzini Generali
Magazzini Generali della Brianza Spa, fondata nel 1937, opera da sempre nel mondo della logistica dedicata al commercio internazionale. Nel 1969 è stata aperta la Sezione Dogana Interna di Concorezzo all’interno della struttura aziendale composta da circa 150.000 mq e oltre 40.000 mq di magazzini coperti, vigilati dalla Guardia di Finanza. L’azienda diventa una delle principali strutture doganali del Nord Italia, con un traffico di oltre 400 camion giornalieri, soprattutto da e per i Paesi del Nord Europa e i Paesi dell’Est . Negli anni Novanta con l’abolizione dei vincoli doganali a fronte della costituzione dell’Unione Europa, l’azienda si concentra sui servizi di logistica, in particolare magazzinaggio e distribuzione. Nel 2004 l’azienda viene ceduta alla famiglia Barbazza, che investe ulteriormente nel consolidamento di un modello di business integrato e diretto alle PMI che sempre di più importano, soprattutto dal Far East. Nel 2006 viene acquisito l’intero pacchetto azionario della società Fri-log Srl, specializzata nella logistica distributiva, soprattutto nel settore tessile. Nel 2007 viene acquisita una quota della società Logservice Italia Srl, specializzata nella logistica distributiva del mercato consumer. Oggi l’azienda è costituita da oltre 50 collaboratori e realizza oltre 5 milioni di euro di fatturato.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen