close
massimo pizzocri

E’ il merito alla fine a vincere. Ne è convinto Massimo Pizzocri, AD di Epson Italia, storica azienda all’avanguardia nella tecnologia dell’imaging digitale

Prima o dopo, “chi merita riesce sempre ad emergere”. Parola di Massimo Pizzocri, AD di Epson Italia, storica azienda all’avanguardia nella tecnologia dell’imaging digitale. L’azienda è presente in Italia con una filiale dal 1987; impiega 150 persone e ha sede a Cinisello Balsamo (MI). Il fatturato dell’anno fiscale 2009/2010 (dal primo aprile 2009 al 31 marzo 2010) è stato di 216,480 milioni di euro.

Come valuta il livello di meritocrazia oggi?
Sono convinto che chi merita riesce sempre ad emergere ma a volte può accadere con tempi diversi da quelli da lui preventivati. Ovviamente le opportunità di carriera che una società off re, soprattutto nel caso di piccole e medie aziende, è strettamente connessa alle esigenze aziendali. Oggi molte aziende operano in un mercato maturo o che comunque non ha i tassi di crescita degli anni scorsi. Questo signifi ca che le opportunità di carriera nascono a volte, non solo sulla spinta di crescite organiche ma anche sulla base di ottimizzazioni organizzative. Esistono due modi di gestire la carriera da parte dei manager: chi pianifi ca la propria carriera attraverso un percorso fra più aziende e chi invece sceglie di fare carriera all’interno della stessa azienda. Nel primo caso si ottengono risultati più remunerativi; nel secondo, soprattutto per il middle management, i manager sono spesso quelli che più contribuiscono al successo aziendale anche se non sempre la remunerazione è in linea col mercato.

Come viene trasferito questo concetto di meritocrazie sul fronte dei giovani?
Per quanto riguarda i giovani, al di là di analisi di tipo generazionale che più hanno a che fare con le indagini sociologiche, ritengo non sia corretto in azienda parlare della “categoria giovani” ma piuttosto della “categoria dei talenti”. A questo proposito ogni anno Epson ha l’obiettivo di inserire in azienda una fi gura di talento, a prescindere dall’età e dal sesso.

Nella vostra azienda come si misura il merito?
Epson da diversi anni ha adottato una politica di incentivi e bonus che si articolano in due parti: una parte legata agli obiettivi aziendali (e che quindi lavora sul breve termine) e una parte legata invece ad obiettivi personali che mira a premiare la crescita delle persone e l’apporto che esse off rono all’azienda.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen