close
Luxury

Hotel a sette stelle

Burjarab_HOME

Siamo abituati a considerare gli hotel a cinque stelle come il meglio che ci possa essere per quanto riguarda l’hotellerie, ma per chi cerca il lusso allo stato puro ecco le otto strutture che possono vantare ben 7 stelle accanto al loro nome.

Palestre, spa, maggiordomi personali, limousine, servizi 24 ore su 24, per un soggiorno all’insegna del lusso più assoluto.
Per di più questi alberghi, tra cui alcuni ancora in costruzione si trovano in Oriente, ma non solo: uno tra questi, l’unico in Europa, si trova a Milano.

Abbiamo già parlato dell’hotel extralusso che verrà costruito nel distretto di Mentougou a 30 chilometri dal centro di Pechino grazie a una collaborazione con l’Arabia Saudita; pare che l’esclusivo albergo sarà molto simile all’imponente Burj Khalifa di Dubai, l’edificio più alto del mondo con i suoi 828 metri.

Sempre a Pechino, vicino allo stadio che ha ospitato le Olimpiadi del 2008 troviamo il Pangu Hotel, nato per  accogliere gli ospiti più facoltosi durante le gare e ora tappa obbligata dei “Paperoni” durante le loro trasferte cinesi; tra gli habituè, il milardario americano Bill Gates.

Il complesso, che ospita 270 suite arredate in un mix affascinante tra l’antica tradizione cinese e il design moderno, comprende anche una torre con uffici, un museo e un eliporto. L’esclusività è alimentata da un tocco di made in Italy: l’albergo utilizza solamente lenzuola del marchio Frette.

Unico in Europa a esibire le sette stelle è il nostrano Town House di Milano situato nell’ottocentesca Galleria Vittorio Emanuele II, uno dei luoghi più suggestivi della città meneghina, che si distingue dalle sfarzose strutture orientali per far parte della categoria “town house”: intimità e tranquillità oltre al lusso più esclusivo.

Ogni stanza è servita da un maggiordomo personale, il servizio di concierge è in grado di reperire inviti per qualsiasi evento in città, le suite sono arredate con tutti i comfort e a disposizione degli ospiti c’è una Bentley con autista.

Il Burj Al Arab di Dubai, vincitore dell’ambito premio “World’s Leading Hotel”, vanta la bellezza di 202 suite, dai 170 ai quasi 800 metri quadri, che possono arrivare a costare fino a 9mila dollari a notte. E poi, piscina panoramica sul tetto, campo da golf, da tennis, centro benessere e negozi delle più grandi Griffe e il celebre ristorante sottomarino, dove si cena con vista sugli splendidi fondali del Golfo Persico.

Atmosfera da mille e una notte all’’Emirates Palace di Abu Dhabi in cui si mescola la tradizione con le ultime tecnologie: ecco quindi migliaia di metri quadri di decorazione in foglia d’oro e marmi pregiati mixati perfettamente con dispositivi touch screen per controllare a distanza ogni apparecchiatura tecnologica.

Cinque grattacieli del complesso delle Tameer Towers sorgeranno su 34.000 metri quadri di fronte al mare; il più alto arriverà a 73 piani, mentre i due edifici più bassi saranno composti da ville sospese, ognuna con il suo giardino pensile e la piscina privata.

Il Centaurus Complex di Islamabad in Pakistan, ancora in costruzione, ospiterà al suo completamento previsto a fine 2011, un hotel con 350 suite, un atrio sfarzoso, aree benessere separate per uomini e donne, appartamenti e centri commerciali.

Il Flower of the East a Kish Island in Iran, hotel che prende il suo nome dalla struttura che ricorda un fiore che si schiude sotto i primi raggi del sole, pare diventerà il piu’ grande Golf Resort di tutto il Medioriente.

Lusso a sette stelle per soggiorni indimenticabili.

A cura di Luxgallery

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen