close
Economy

Nasce l’Osservatorio Impresa di Monza e Brianza

Osservatorio imprese confindustria monza e brianza

Per iniziativa di Confindustria Monza e Brianza, Università di Milano-Bicocca e CRIET, nasce l’Osservatorio Impresa di Monza e Brianza. L’obiettivo è quello di creare sviluppo e valore per le imprese attraverso servizi mirati di consulenza e organizzazione. Il primo passo sarà quello di censire i bisogni e i profili di 800 aziende attraverso un questionario.

Confindustria Monza e Brianza, l’Università di Milano-Bicocca e il CRIET-Centro di ricerca interuniversitario in economia del territorio hanno dato vita all’Osservatorio imprese di Monza e Brianza, un progetto che deve creare sviluppo e valore per le imprese e sostenerle nei loro percorsi di crescita
attraverso servizi mirati di consulenza e organizzazione.

L’Osservatorio – sottolinea il direttore di Confindustria Monza e Brianza, Massimo Manelli (nella foto) – è una modalità agile e concreta per mettere in rete le competenze e fornire all’imprenditore nuovi strumenti per una efficace gestione del business”.

Lo scopo dell’ Osservatorio è infatti la produzione di soluzioni operative sul fronte della tecnologia, dell’organizzazione commerciale, del credito, della continuità imprenditoriale, che ogni singola azienda potrà adattare alla propria realtà.

Per fare questo in modo efficace e soprattutto utile per il tessuto produttivo – osserva Angelo Di Gregorio, direttore del CRIET e del dipartimento di Scienze Economico Aziendali dell’Università di Milano-Bicocca – la conoscenza delle imprese, delle loro caratteristiche e dei loro bisogni è la prima condizione”.

Si parte dunque con un questionario di rilevazione, erogato in modalità Cawi (computer aided web interview, con assistenza diretta di tutor formati via web e telefono) alle 800 imprese associate di Confindustria di Monza e Brianza che indaga stato dell’arte, prospettive e bisogni focalizzando 6 aree strategiche: organizzazione commerciale, presenza sui mercati esteri, attività produttive e tecnologie in azienda, fattori energetici e ambientali, accesso al credito, passaggio generazionale.

“Una volta individuate le criticità – osserva Manelli – noi e i docenti ed esperti del CRIET e dell’Università Bicocca agiremo da reclutatori di competenze specialistiche, brevetti, applicazioni tecnologiche di cui le imprese avranno evidenziato la necessità”.
L’Osservatorio Impresa – aggiunge Di Gregorio – punta a valorizzare il patrimonio conoscitivo disponibile attraverso un’articolata gamma di iniziative istituzionali scientifiche e operative mettendo a sistema le competenze e le reti dei diversi partner.

Si va dai convegni tematici, alle pubblicazioni in collaborazione con il Gruppo Sole24Ore, alle attività professionali di comunicazione, al sito istituzionale del CRIET, a workshop annuali, a pubblicazioni di carattere scientifico e divulgativo, ma anche incontri e moduli formativi per imprenditori e decisori interessati ai singoli temi (corsi collettivi e/o individuali di formazione, aggiornamento, professionalizzazione).
La ricerca prende avvio ora con l’obiettivo di ripetere le rilevazioni annualmente, in modo da costruire e alimentare una base dati completa e continuativa sui settori e le imprese di Monza e Brianza. Lo storico delle informazioni permetterà di consolidare la base informativa e di continuare a proporre soluzioni innovative e concrete a favore dello sviluppo e del valore delle aziende locali.

L’Osservatorio Impresa di Monza e Brianza – conclude Di Gregorio – si inserisce in un progetto di più ampio respiro, ossia il PROGETTO PMI, un progetto per supportare lo sviluppo delle PMI italiane con efficaci strumenti conoscitivi, strategici ed operativi, che intende essere un punto di riferimento nazionale sia per gli imprenditori e le relative associazioni di categoria, sia per i soggetti che istituzionalmente hanno il compito di garantire lo sviluppo dei territori in un’ottica di innalzamento dei livelli occupazionali”.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen