close
Personaggi

Farmaceutica Santa Maria Novella

Profumeria Officina Santa Maria Novella

È uno dei nomi storici della profumeria artistica italiana quello di Officina del Profumo – Farmaceutica Santa Maria Novella di Firenze, azienda che si appresta a varcare nel 2012 l’importante traguardo dei 400 anni di attività. Amore per la tradizione e attenzione all’innovazione caratterizzano questa antica struttura, una delle farmacie più antiche al mondo, che ha saputo sempre rinnovarsi nel tempo.

Oggi, sotto la direzione di Eugenio Alphandery, la tradizione dell’Officina – Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella si perpetua rinnovandosi. Il titolare ha raccontato a Luxgallery la filosofia e le novità in cantiere per il traguardo del prossimo anno.

Qual è la vostra filosofia e come coniugate tradizione e innovazione?

L’Officina – Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella è un’azienda storica con un passato lungo alle spalle. È nata nel 1612 e ci apprestiamo a festeggiare i 400 anni di attività nel 2012. In realtà nasce come farmacia del Convento dei Frati Domenicani ancora prima. È sempre stata nello stesso posto: si sono trasferiti i laboratori ma il punto vendita e il museo sono rimasti nel luogo di origine. Abbiamo sempre dato molta importanza al passato dal punto di vista storico con il museo ma puntiamo anche all’innovazione, godendo di una storia illustre e investendo nel futuro. Ad esempio, vantiamo di un magazzino per le consegne all’avanguardia e investiamo in materie prime e ricerca. L’Officina – Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella è un’azienda artigianale ma moderna. Offriamo ai clienti circa cinquecento referenze, che vanno dai profumi per la persona e per ambiente ai prodotti di erboristeria ai liquori. Siamo orgogliosi di un grande interesse da parte dei giovani: vengono redatte tesi di laurea sulla nostra azienda.

Quali sono le novità in vista dell’importante celebrazione del prossimo anno?

Festeggeremo con eventi, con una limited edition e con un nuovo packaging. Per quanto riguarda quest’ultimo, viene rivisitato in modo da essere antico e moderno allo stesso tempo. Si ritornerà a una bottiglia della fine del XIX Secolo, che verrà modificata per l’occasione. L’etichetta di Santa Maria Novella avrà un microchip grazie a cui i clienti potranno venire a conoscere dati e notizie sui prodotti. Useremo poi materiali moderni. I festeggiamenti inizieranno a maggio 2012 con la Festa dell’Iris, il giaggiolo, fiore simbolo della profumeria fiorentina. Per quanto riguarda i profumi, sono nati Ottone e Porcellana, limited edition di 2012 bottiglie l’una. Entrambi i flaconi vantano materiali di pregio come la porcellana e l’ottone da cui prendono il nome. Ottone è una fragranza più decisa, Porcellana più delicata. Abbiamo venduto quasi tutti gli esemplari. Vorremmo donare il ricavato per un’opera di pubblica utilità, se possibile per il terremoto del Giappone, per cui ci stiamo già muovendo con un’altre iniziativa.

Che tipo di persona visita il Museo?

l cliente del negozio non è identificabile con il ricco. È una persona colta, giovane e attenta. Non necessariamente segue la moda. È un cliente non facile. Così, anche il museo è visitato da una persona curiosa e amante del marchio.

A cura di Luxgallery

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen