close
Arte

Swatch alla Biennale di Venezia. Orologi d’artista

Swatch in biennale

Si è aperto ufficialmente il sipario sulla 54esima Esposizione Internazionale d’Arte, in scena dal 4 giugno al 27 novembre 2011.

Accanto a Shiseido anche un’altra maison non propriamente attinente al mondo dell’arte parteciperà alla kermesse ospitata dalla Biennale di Venezia.

Si tratta di Swatch che porterà nella laguna più famosa del mondo il proprio marchio, conosciuto in tutto il mondo per i suoi orologi di tendenza, colorati e giovanili.

La “contaminazione” con il mondo dell’arte risale a 25 anni fa, quando il brand svizzero ha iniziato a lavorare a stretto contatto con artisti di fama internzionale: da Keith Haring e Kiki Picasso ad Alfred Hofkunst, Mimmo Rotella, Alessandro Mendini e, più di recente, Jeremy Scott, Ivan Navarro e Markus Linnenbrink.

Swatch ha commissionato pezzi di “arte per il polso” a più di 70 artisti provenienti da una vasta gamma di aree espressive e continua ad affidare lavori ad artisti già noti o solo emergenti.

Quest’anno il marchio, mantendendosi fedele alla propria vocazione artistica, ha annunciato la sua partnership con la 54esima Esposizione Internazionale d’Arte.

La Presidente di Swatch, Arlette-Elsa Emch, ha commentato: “siamo felicissimi di essere partner della 54. Esposizione Internazionale d’Arte. L’arte è un aspetto centrale del nostro marchio fin dalle origini. E Venezia è il luogo migliore per chiunque ami l’arte”.

Presso gli spazi allestiti ai Giardini e all’Arsenale, i visitatori potranno approfondire la storia del rapporto tra Swatch e l’arte e ammirare 30 pezzi della collezione storica.

L’impegno del marchio elvetico nell’arte si esprime nel suo sostegno per una vasta schiera di imprese creative.

A cura di Luxgallery

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen