close
Arte

Cinquant’anni di arte in Italia alla Reggia di Caserta. La mostra della settimana

reggia di caserta

Se le sale di Villa Bardini, palazzina fiorentina seicentesca costruita su progetto dell’architetto Gherardo Silvani, ospitano fino al 30 ottobre 2011 una selezione di capolavori dei Macchiaioli, un altro palazzo storico fa da cornice a una mostra altrettanto interessante.

Dal 13 luglio al 13 novembre 2011 si può visitare presso gli Appartamenti Storici della Reggia di Caserta la rassegna “1961-2011. Cinquant’anni di arte in Italia dalle collezioni GNAM e TERRAE MOTUS”.

La maestosa architettura vanvitelliana diventa il palcoscenico per mostrare 50 anni di sperimentazione che hanno caratterizzato il Bel Paese dal 1961 ad oggi attingendo a due eccezionali collezioni.

Curata da Paola Raffaella David, Maria Vittoria Marini Clarelli e Rita Camerlingo, l’esposizione mette a confronto una selezione di circa 50 opere italiane.

Tra gli artisti provenienti dalla collezione TERRAE MOTUS troviamo Alighiero Boetti, Enzo Cucchi, Luciano Fabro, Piero Gilardi, Luigi Ontani, Mimmo Paladino, Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto, Mario Schifano, Emilio Vedova.

Di rilievo non inferiore i nomi della raccolta della GNAM, dalla quale provengono i lavori di Alberto Burri, Lucio Fontana, Jannis Kounellis, Piero Manzoni, Fabio Mauri, Enzo Mari, Fausto Melotti, Sante Monachesi, Paola Levi Montalcini, Sandro Chia, Eliseo Mattiacci, Ettore Spalletti, Pino Pascali, Mimmo Rotella, Gilberto Zorio.

L’esposizione integra le opere delle due collezioni secondo un percorso che tocca cinque temi caratteristici dell’arte italiana dell’ultimo mezzo secolo: l’acromo e il monocromo, la percezione visiva, i nuovi materiali, i miti contemporanei e i nuovi paesaggi.

La scelta tematica non esclude la documentazione di alcuni fra i principali movimenti artistici del periodo dall’arte cinetica alla Pop art, dall’Arte povera alla Transavanguardia.

Una curiosità? Nella straordinaria cornice architettonica del Palazzo Reale casertano sarà esposta anche una delle più celebri installazioni italiane del Novecento: “32 mq di mare circa” di Pino Pascali.

A cura di Luxgallery

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen