close
Arte

Da Kandinskij a Warhol, libri d’artista in mostra a Milano al Castello Sforzesco

kandinskij kleine welten

Chi non è ancora partito per le vacanze può aprofittare delle vie meno affollate del capoluogo lombardo per godersi lo shopping e le bellezze artistiche con più calma.

Vi segnaliamo allora una mostra che rimarrà aperta per tutta l’estate proprio nel cuore di Milano. La Sala del Tesoro del Castello Sforzesco ospita fino al 25 settembre 2011 “Da Kandinskij a Warhol. Libri e cartelle d’artista della Biblioteca d’Arte di Milano”.
 
La rassegna, a cura di Rina La Guardia e Luigi Sansone, presenta al pubblico, per la prima volta, una ristretta selezione di libri e cartelle d’artista, provenienti esclusivamente dalle raccolte della civica Biblioteca d’Arte di Milano.

Il materiale, esposto con un percorso cronologico che ha inizio alla fine del secolo XIX e si estende lungo tutto l’arco del secolo XX, documenta una produzione artistica realizzata con finalità molto diverse fra loro: dal libro figurato d’autore all’illustrazione d’arte di testi letterari; dal libro-manifesto, ideato per veicolare messaggi ideologici degli artisti, all’editoria d’artista per l’infanzia.

Le opere selezionate per la mostra rappresentano soltanto una piccola parte dei libri d’artista presenti nelle collezioni della Biblioteca d’Arte. Kandinskij, Depero, Soffici, De Chirico, Breton, Ernst, Mirò, Tanguy, Munari, Fontana, Manzù, Fiume, Scarpitta, Messina, Pomodoro, Warhol, Haring: ecco alcuni nomi dei maestri protagonisti della mostra.

Il materiale è presentato su supporto prevalentemente cartaceo e con tecniche artistiche varie: xilografia, litografia, serigrafia, calcografia, linoleografia, puntasecca, acquaforte, disegni, stampa tipografica e facsimilare, composizione a computer e scannerizzazione con stampa laser, fotografia, interventi polimaterici, collages e tecniche miste.

Vi segnaliamo due documenti di particolare interesse che saranno esposti al Castello. Il primo è il “Kleine Welten” di Kandinskij (Berlino 1922), contenente dodici incisioni astratte che documentano uno dei periodi di massima creatività dell’artista, all’epoca docente presso la Bauhaus di Weimar.

La seconda rarità è la prima edizione dell’“Andy Warhol’s Index (Book)”, pubblicata da Random House (New York – Toronto) nel 1967, con copertina cartonata, inserti a collages e pop-up.

A cura di Luxgallery

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen