close
Economy

Assunzioni 2011: in crescita ma non abbastanza

colloquio di lavoro

8.930 assunzioni previste per il 2011 rispetto alle 6.050 del 2010. Un 4,7 per cento in più per un dato che resta però sempre in negativo. Il saldo tra entarte e uscite dal mondo del lavoro è pari infatti a – 1.390 anche se in recupero rispetto all’anno scorso.

E per trovare lavoro la “spintarella” funziona in oltre la metà dei casi: per le imprese della Brianza il 40,5% delle selezioni di personale avviene per il tramite di conoscenza diretta e il 12,8% attraverso le segnalazioni di conoscenti e fornitori. Le “conoscenze” funzionano soprattutto nelle piccole e medie imprese.

Le difficoltà per la Brianza riguardano soprattutto l’industria (-1,3%) e le imprese con meno di dieci dipendenti (-1,6%), mentre tra i servizi sono il commercio e i servizi alla persona a registrare i tassi più positivi (rispettivamente +1% e +0,6%). La crisi continua a penalizzare anche l’occupazione immigrata: nel 2008 in Brianza ogni 5 assunti 1 era immigrato (21,5%), nel 2010 1 su 6 dei nuovi assunti era immigrato (16,9%), nel 2011 si scende al 10,8%. Le richieste di immigrati rispetto al totale delle assunzioni non stagionali in Brianza è un dato inferiore alla media lombarda (15,8%) e a quella del Nord Ovest (15,6%). Per quanto riguarda invece le 7.430 assunzioni non stagionali per gruppi professionali in Brianza, le professioni più richieste rimangono quelle tecniche (23,4%), seguono gli operai specializzati (lo scorso anno rappresentavano il 13,8% delle richieste, nel 2011 il 17,5%) e le professioni commerciali e nei servizi (16,8%).

Nello specifico le assunzioni non stagionali previste dalle imprese in Brianza nel 2011 saranno 1.250 professioni nelle attività commerciali e nei servizi, 1.740 fra le professioni tecniche, 960 impiegati, 870 conduttori di impianti e operai semiqualificati, 1300 operai specializzati, 640 tra le professioni non qualificate, 570 fra le professioni intellettuali e di elevata specializzazione, 100 dirigenti. La professione più richiesta è anche quest’anno l’addetto alle vendite al minuto, con 760 assunzioni previste. Il 17,5% delle assunzioni non stagionali per il 2011 è considerato di difficile reperimento: in particolare, fra le professioni più “ricercate” ci sono, tra le altre, i tecnici paramedici e gli addetti alla ristorazione dei pubblici esercizi. Sono alcuni dei dati che emergono dal Sistema Informativo Excelsior 2011, diffuso dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza.

I dati sull’occupazione in Brianza possono essere letti in modo duplice – ha dichiarato Carlo Edoardo Valli, Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza – Se pensiamo al passato, intravediamo uno spiraglio di luce, con un tasso di variazione che migliora sensibilmente rispetto allo scorso anno, pur restando ancora negativo. Questo dato, tuttavia, se proiettato verso i prossimi mesi, non è abbastanza confortante per garantire una ripresa stabile e duratura. Per questo il nostro auspicio è quello di assistere il prima possibile al varo di misure in grado di garantire la ripartenza dell’economia, dell’occupazione e dei consumi, riportando la famiglia al centro, come motore del sistema produttivo.”

E per favorire l’incontro fra domanda e offerta di lavoro la Camera di commercio di Monza e Brianza, in collaborazione con Formaper, prosegue con l’attività dello Sportello Impresa Lavoro, iscritto nell’albo regionale degli enti autorizzati all’intermediazione. Il servizio ha l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle imprese del territorio di Monza e Brianza in termini di risorse umane, attraverso l’analisi dei fabbisogni aziendali e il supporto nel reperimento dei profili richiesti. Sportello Impresa Lavoro è affiancato da Sportello Design che favorisce l’incontro di domanda e offerta di lavoro tra designer e imprese e si rivolge alle imprese “design oriented” che cercano un designer, ai professionisti designer in cerca di occupazione, e ai freelance in cerca di nuove commesse.

Per maggiori informazioniscrivete a:

sportelloimpresalavoro@mb.camcom.it e design@mb.camcom.it

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen