close
Vino e ristorazione

Franco Aliberti per Häagen-Dazs a Le Grand Fooding Milano. Il maestro pasticcere reinterpreta il celebre dessert La Bomba

franco aliberti

Giovanissimo ma già sulla cresta dell’onda nel mondo della ristorazione. Stiamo parlando del campano Franco Aliberti, classe 1985, già entrato nel novero dei migliori pasticcieri italiani.

L’ultima sul suo conto? Il maestro pasticcere ha deciso di collaborare con Häagen-Dazs, il brand che da 50 anni unisce tradizione e innovazione nei suoi inconfondibili gelati, per reinterpretare in chiave contemporanea La Bomba, il celebre dessert che nell’800 divenne famoso a Parigi.

Composto da tre strati di gelato diversi, il dolce fu inventato dal pasticciere italiano Alessandro Tortoni nel 1803, nel suo Caffè Napolitaine, frequentato all’epoca da Gioacchino Rossini, Alexander Dumas, Édouard Manet e Honoré de Balzac.
Molto apprezzato per l’originalità e la composizione, il dessert divenne celebre negli anni successivi rendendo famosi il Caffè parigino e lo chef italiano che l’aveva creato.

La Bomba sarà realizzata in due differenti gusti: Choco, per gli eterni amanti del cioccolato e Fruit, per chi ama lasciarsi andare alla freschezza e al gusto della frutta di stagione.

Aliberti presenterà la sua dolce crezione nel corso della seconda edizione di Le Grand Fooding Milano, kermesse dedicata al mondo degli chef e alla gastronomia, che si terrà a Milano il 20-21 e 22 ottobre 2011, in via Tortona 31 – Tortona Locations.

Per l’occasione lo chef partenopeo è chiamato a sviluppare insieme ad Häagen-Dazs un dessert che avesse come ispirazione l’Italia, dando prova al pubblico che l’unico luogo dove si può apprezzare fino in fondo la cucina di un paese è il paese stesso e dimostrando, dal suo canto, come la creatività italiana prevale sotto tanti aspetti, in primis quello gastronomico.

La Bomba gelato Häagen-Dazs sarà presentata dal suo chef creatore durante le tre serate della manifestazione al termine della cena Häagen-Dazs.

Nel frattempo, chi volesse gustare le specialità di Aliberti può prenotare un tavolo al ristorante Vite di San Patrignano.

A cura di Luxgallery

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen