close
Economy

Gran premio di Monza 2011: 40 milioni di euro e 360 posti di lavoro

Monza 2011

La “macchina” del Gran Premio scalda i motori. Solo per la settimana dell’evento l’indotto generato dall’accoglienza turistica è di oltre 31 milioni di Euro, a cui vanno aggiunti quasi 4,5 milioni di Euro derivati da allestimenti, servizi ed eventi collaterali.

E per l’edizione 2011 del GP di Monza ci si attende una crescita tra il 5% ed il 10% rispetto allo scorso anno: solo per la settimana dell’evento l’indotto diretto generato dall’accoglienza turistica è di oltre 31 milioni di Euro, a cui vanno aggiunti quasi 4,5 milioni di Euro di benefici per il comparto degli allestimenti, comunicazione, spedizioni, allestimento impianti, facchinaggio della Brianza, che lavora direttamente per la manifestazione e per gli eventi collaterali della settimana.

Il Gran Premio di Monza apporta benefici anche sull’occupazione: la manifestazione sportiva internazionale vale 360 posti di lavoro.

Dell’indotto diretto complessivo generato dall’accoglienza turistica, circa 10,3 milioni di euro derivano dallo shopping dei turisti e altre voci di spesa (gadget inclusi), 10,4 milioni di euro sono generati dall’alloggio, segue la ristorazione con circa 8,5 milioni di euro. Tra parcheggi e trasporti è previsto un indotto di 2,4 milioni di Euro.

A livello territoriale, dell’indotto turistico generato dal Gran Premio di Monza 16,2 milioni di Euro rimangono a Monza e in Brianza, a Milano vanno 9,6 milioni di euro e oltre 4 milioni di euro tra Como e Lecco.

E’quanto emerge da una stima dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese, Istat, Censis, Isnart, Autodromo di Monza.

Il brand “Gran Premio d’Italia di Monza” è stato stimato dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza in 3,8 miliardi di Euro, sulla base di un insieme di parametri: conoscenza e attrattività della manifestazione a livello nazionale ed internazionale, flussi turistici generali e legati all’evento, competitività economica del territorio (imprese, indice di apertura commerciale, PIL), sempre a partire da “Anholt Brand Index”, dati Autodromo di Monza, Registro Imprese, Istituto Tagliacarne e Rapporto sull’internazionalizzazione della nuova provincia di Monza e Brianza curato dall’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen