close
Economy

Gioielli. I Milanesi e il loro rapporto con i preziosi

bubbles palmiero

In quali occasioni si acquistano gioielli, per chi, dove e a quale prezzo? A queste domande ha risposto un’indagine della Camera di commercio di Milano su oltre 350 milanesi.

Collane e anelli più di orecchini e braccialetti per festeggiare ricorrenze importanti come compleanni (13,5%), anniversari (11%), cresime, comunioni (9,3%) e nozze (4,6%) ma per lo più da auto-regalarsi quando non si ha la fortuna di riceverli (13,5%).

Per l’acquisto di preziosi i milanesi spendono in media 263 euro all’anno e si affidano al negozio di fiducia (21,9%) o ad un esercizio che opera nella città in cui vivono (13,2%) o comprano in vacanza (6,4%).

Per i milanesi il gioiello simbolo è la corona ferrea (12,4%), seguita dal Kho-i-noor (7,7%), uno dei diamanti più grandi del mondo, dalla collana di perle della regina Margherita (5,7%) e dall’anello di fidanzamento di Kate con il principe William d’Inghilterra (5,1%).

I dati sui preziosi.

Oltre 12 mila e 500 imprese nel settore a livello nazionale, più di 2.800 quelle attive nella bigiotteria che si concentrano tra Lazio e Lombardia. Tra le province, per numero di imprese di bigiotteria, prima Roma (565), seguita da Milano (270), Firenze (153), Venezia (114), Torino (93) e Napoli (91). Per i preziosi la capitale è Arezzo (1263 imprese), seguita da Alessandria (951), Vicenza (719), Roma (634), Napoli (569) e Milano (495).

Domenica 16 ottobre la giornata del gioiello.

Un percorso nel variegato mondo dei gioielli. Un giorno dedicato a chi vende e a chi compra gioielli.

Un percorso in tre tappe: 

  • “Gioielli in mostra”: esposizione di gioielli realizzati da prestigiose aziende del settore, accompagnata da performance dal vivo di orafi artigiani.
  • “Vere, false o sintetiche?”: gioco-test per imparare a riconoscere le pietre preziose, le perle, i coralli.
  • Sfilata con creazioni della stilista Raffaella Curiel impreziosite dai gioielli di imprese orafe espositrici.

L’evento, alla sua terza edizione, si è svolto il 16 ottobre a Palazzo Giureconsulti (piazza Mercanti, 2) promosso dalla Camera di commercio di Milano ed organizzato da CISGEM (società della Camera di commercio di Milano) Centro Informazioni e Servizi Gemmologici, membro di LMHC, uno dei cinque laboratori gemmologici più importanti e qualificati al mondo.

In occasione della manifestazione è stato possibile visitare la mostra “i gioielli nell’antica Roma”, dove pannelli ricchi di immagini e suggestioni racconteranno il ritrovamento, in diversi siti archeologici, di gioielli risalenti all’epoca romana.

Il Gioiello Day non è solo un evento per avvicinare il pubblico al mondo dei gioielli, ma anche un’opportunità per scoprire i vantaggi della certificazione dei preziosi, strumento necessario per tutelare il consumatore al momento dell’acquisto e proteggere il mercato dai falsi.

Cisgem – ha dichiarato Dario Bossi Migliavacca, presidente di Cisgem e consigliere della Camera di commercio di Milano – svolge un’importante funzione di controllo della qualità dei materiali gemmologici e dei metalli preziosi. Il suo laboratorio è dotato delle tecnologie avanzate che insieme all’esperienza dei propri analisti, permettono di distinguere tutti i materiali in commercio e individuarne anche le più recenti sintesi e sofisticazioni. Occorre puntare sempre più sulla tutela della lavorazione di qualità e sulle caratteristiche di creatività, originalità e gusto che da sempre contraddistinguono il made in Italy nel settore dei gioielli. Un settore caro ai milanesi a cui dedichiamo ogni anno una giornata di iniziative aperte a tutti”.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen