close
Economy

Sul futuro delle attività i milanesi sono ottimisti

gli imprenditori milanesi sono ottimisti

Anche se in calo le attese per quanto riguarda l’immediato futuro della propria azienda gli imprenditori che si dichiarano ottimisti sulla ripresa superano di 4 punti i pessimisti. La quota di chi pronostica un miglioramento scende da settembre a ottobre di 7 punti. I Milanesi continuano a rimanere (parzialmente) ottimisti sul futuro della loro impresa.

E’ in particolare l’export che convoglia più fiducia dalle imprese milanesi (saldo tra chi prevede un aumento e chi una diminuzione: +5), mentre per fatturato, ordini e occupazione la situazione è stabile. Ancor prima della diminuzione degli ordini o dell’insolvenza dei propri clienti è l’instabilità politico-economica nazionale a preoccupare maggiormente gli imprenditori milanesi (per il 30%).

Cade la fiducia nel Paese e tiene Milano

La fiducia delle imprese milanesi sulla congiuntura economica per i prossimi 12 mesi subisce un calo di oltre 9 punti ad ottobre rispetto ad appena 30 giorni prima, attestandosi a -18 (saldo percentuale tra le attese positive e quelle negative). Gli imprenditori si mostrano più preoccupati per la capacità di ripresa dell’Italia: la quasi totalità (92%, +8 rispetto al mese precedente) ritiene che la ripresa sia più lenta del previsto e solo il 9% pensa che il peggio della crisi sia davvero passato. Una preoccupazione che intacca anche le previsioni su Milano. Ad ottobre infatti per la prima volta i pessimisti sul futuro della ripresa di Milano superano gli ottimisti: saldo di -3 rispetto al saldo di +14 a settembre 2011.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen