close
Vino e ristorazione

Settore Ho.Re.Ca. Vini e distillati, le nuove tendenze in mostra

100 vini di Meregalli

Edizione da “record” per la 100Vini Nord-Italia 2011. Il Gruppo Meregalli, leader nella distribuzione di vini e distillati,  ha organizzato anche quest’anno il consueto appuntamento di degustazione delle sue etichette riservato ai professionisti del settore.  Un evento esclusivo per scoprire le tendenze del prossimo anno

Oltre 300 prodotti tra vini e distillati, più di 85 aziende presenti, 4.000 i visitatori registrati. Sono i numeri della 100 Vini di Meregalli 2011, manifestazione organizzata anche quest’anno dallo storico gruppo monzese leader nella distribuzione di vini e distillati riservata agli esperti del settore Horeca.

Otto ore di degustazione per un’edizione da “record” che ha superato per numero di ospiti alcune gare automobilistiche nazionali.  Gli “addetti ai lavori” nel corso dell’evento hanno potuto scoprire le tendenze del settore del prossimo anno e assaporare una selezione di etichette commercializzate dal Gruppo Meregalli. La manifestazione ha avuto luogo in una location d’eccezione come l’Autodromo Nazionale di Monza. I 1.200mq del primo piano del Newbuilding 1, direttamente sopra il paddock delle corse di Formula 1 si sono trasformati per la giornata in un’enorme sala di degustazione. In questo salone con vista sulla pista che ogni anno è sede del Gran Premio automobilistico d’Italia è stato possibile per i professionisti provare i prodotti in esposizione e ascoltare dai produttori presenti per l’occasione le diverse caratte-ristiche delle loro eccezionali etichette.

Molti gli sponsor dell’evento, Aznom, Bang&Olufsen, Davidoff sigari, Jaguar Monza solo per citarne alcuni, che hanno trovato posto nei 700 mq messi a disposizione a pian terreno, nella lounge 18.56 e nella parte esterna del circuito. In particolare la manifestazione è stata per Davidoff  l’occasione per il lancio in anteprima assoluta della nuova linea di sigari Z-Class di Zino Platinum. Taurus invece ha offerto le sue preziose biciclette vintage ai visitatori che volessero fare un giro nel paddock.

Protagoniste indiscusse dell’evento sono state comunque le etichette di Meregalli. Sarebbe diffi cile citarle tutte. Ne proponiamo quindi una selezione, un percorso degustativo “tipo”. Ogni pasto che si rispetti inizia sempre con le bollicine e così la nostra degustazione. Ad aprire il percorso c’erano delle bollicine d’eccezione, quelle francesi di Bolliger, azienda leader di settore e quelle dell’Ayala, una nuova proposta, un marchio innovativo che si affaccia nel panorama del metodo champenoise. Si continua sulle colline della campagna veneta con i bianchi della cantina La Cappuccina. Nel cuore della sua zona di origine questa azienda dal 1890 è concentrata nella produzione e valorizzazione del Soave doc. Concludiamo la degustazione dei bianchi con il Friulano della tenuta Bastianich di Cividale del Friuli. Cantina relativamente giovane, è stata fondata nel 1997, in questi anni ha saputo assorbire la storia e la cultura della zona, creando vini unici, corposi, strutturati e molto equilibrati.

Per i vini rossi abbiamo scelto di iniziare dalla Maremma ma non da un vino della tradizione, di cui è ricca questa terra, bensì da una nuova proposta. Nata dal nulla, l’azienda Fertuna si è presentata alla 100Vini con il suo primo prodotto, Lodai, un vino che rappresenta un importante traguardo, un vino caratterizzato dalla forte personalità tipica di questa zona della Toscana. Ci siamo poi spostati più a sud, verso i corposi vini della Basilicata con la tenuta Basilisco. Nata nei primi anni Novanta questa azienda, vista la natura vulcanica del terreno ed il particolare microclima produce un’eccellente Aglianico del Volture. La degustazione dei rossi è terminata con il Carigliano del Sulcis della cantina Agripunica. Questo vitigno sardo porta con sé tutte le caratteristiche di questa splendida isola. Morbido ma allo stesso tempo aromatico e speziato è la base per la produzione del vino Barrua con il suo gusto delicato, rotondo, aristocraticamente dolce e cromaticamente ricamato.

Come vuole l’etichetta abbiamo concluso i nostri assaggi con i distillati. Molti quelli in esposizione a cominciare dal Calvados di Chateau du Breuil. Il Calvados Chocolate Blend – 41° è uno dei cavalli di battaglia di Meregalli. È un brandy dal profumo facilmente riconoscibile grazie ai suoi aromi di frutta secca e legno con una sottile nota di vaniglia. Un Calvados dal gusto rotondo con sentori di mandorla tostata e spezie che sul finale rivela delle note di tabacco secco e di torre-fazione. La nostra degustazione è terminata con il Rum Williams & Humbert. Dos Maderas LUXUS è un blend di rum prodotti alle Barbados che attraversa due differenti invecchiamenti, caratteristici della cultura caraibica prima e spagnola poi, che danno a questo ron  eleganti note dolci di uva passa e fichi secchi con sentori di miele, frutta caramellata e fave di cacao. Due distillati eccezionali, perfetti in abbinamento ad un ottimo sigaro. Non a caso infatti sono stati scelti da Davidoff per accompagnare l’ultima linea di Zino Platinum Z-Class presentata in anteprima assoluta proprio nel corso dell’evento.

Un vero successo per il Gruppo Meregalli. La 100 Vini è stata la manifestazione non motoristica più seguita all’Autodromo di Monza per tutto il 2011.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen