close
Giri di poltrona

Fondazione Politecnico di Milano: eletto il nuovo consiglio di amministrazione

Politecnico Milano

Rinnovo delle cariche per la Fondazione Politecnico di Milano. Confermato alla presidenza Giampio Bracchi.

In questi anni di lavoro la Fondazione ha potuto avvalersi delle migliori competenze tecnico scientifiche del Politecnico, coinvolgendo circa 350 docenti e ricercatori dei vari dipartimenti in progetti innovativi con oltre 500 imprese. “La Fondazione Politecnico di Milano ha vinto la sfida di essere un soggetto agile in grado di fare dialogare la ricerca scientifica avanzata, in particolare del Politecnico, con le imprese e la PA – ha commentato il presidente, Giampio Bracchi –. Tali risultati ci permettono di guardare con fiducia anche allo sviluppo futuro, nonostante la complessa situazione generale. Infatti, proprio in un momento di difficoltà del sistema economico come è questo, è necessario dispiegare le migliori energie, impegnando le competenze dell’Ateneo e la sua capacità di ricerca nell’innovazione delle imprese e del settore pubblico”.

Questo impegno si esplica anche nella creazione di giovani imprese ad alto contenuto tecnologico che consentono di creare nuova occupazione qualificata attraverso l’Acceleratore di Impresa, incubatore che ospita attualmente 25 start up con canali diretti al mercato USA.

L’insediamento del nuovo CdA è stata l’occasione per un bilancio dell’attività svolta negli ultimi anni, che ha visto la Fondazione promuovere e gestire circa 600 progetti di collaborazione università-impresa, con un trend di crescita esponenziale: dai 30 avviati nel 2005 si è raggiunta la ragguardevole cifra di oltre 200 nel 2011. Le direttrici dell’innovazione sono: i nuovi materiali, l’innovazione dei processi produttivi, le tecnologie per le aziende e il design. Senza trascurare ambiti più tradizionali ma investiti da profondi cambiamenti come: l’energia, la mobilità, l’ambiente e il territorio, oltre alla promozione e valorizzazione delle risorse  umane.

Le imprese coinvolte nei progetti portati avanti dalla Fondazione hanno migliorato le proprie performance aumentando la loro competitività sul mercato, grazie anche alle opportunità di finanziamento create dai vari programmi pubblici di incentivazione della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale. I progetti realizzati hanno mobilitato una media annuale di circa 40 milioni di euro, destinati per due terzi alle imprese, e per un terzo al sistema Politecnico. In questo contesto, il lavoro dei project manager della Fondazione è stato di alto valore aggiunto e ha posto le basi per coinvolgere soggetti e costruire filiere virtuose che hanno visto la partecipazione di aziende di differenti dimensioni: dalle piccole e medie imprese, che hanno rappresentato i due terzi, alle grandi imprese e agli enti pubblici. Altrettanto significativa la diffusione territoriale, con una ovvia prevalenza di imprese milanesi e lombarde.

Più recente, ma con ottimi riscontri, è l’attività internazionale rivolta in particolare all’Europa, dove sono stati raggiunti buoni risultati nel reperimento e nella partecipazione a bandi e progetti con una elevata percentuale di successo nella serrata competizione europea.

Sono membri del Consiglio di Amministrazione di Fondazione Politecnico di Milano:

  • Presidente
    Giampio Bracchi, Politecnico di Milano
  • Vicepresidente
    Emilio Bartezzaghi, Politecnico di Milano
  • Matteo Bolocan Goldstein, Politecnico di Milano
  • Federico Cheli, Politecnico di Milano
  • Pier Andrea Chevallard, Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Milano
  • Cristina Crupi, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
  • Federico Golla, Siemens Italia
  • Andrea Lacaita, Politecnico di Milano
  • Salvatore Meli, Eni
  • Lucio Pinto, Pirelli & C.
  • Francesco Trabucco, Politecnico di Milano
Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen