close
Varie

Alla scoperta di un angolo di Africa Vera

namibia

Deserti, cascate, parchi naturali, la Namibia è una terra di forti contrasti paesaggistici e culturali che proprio in questa sua anima divisa ritrova quella magia che incanta chiunque la veda.  Dal parco di Chobe, a quello di Livingstone per ammirare le famose cascate Vittoria Hotelplan propone un tour attraverso  questo luogo ricco di sfumature

La Namibia è indubbiamente un crogiuolo di razze, culture e tradizioni, ma è anche un Paese dai mille contrasti paesaggistici, tanto da essere chiamata il “Diamante d’Africa” per le infinite sfaccettature con cui è in grado di incantare e ammaliare ogni visitatore: l’amante della natura e degli infiniti spazi del deserto così come l’appassionato di popoli, usi e costumi che sembrano appartenere a un mondo lontano.

Madre Natura regna ancora incontrastata in questo piccolo angolo d’Africa. Tra le perle naturali da non perdere il Parco Etosha con i suoi 22.270 chilometri quadrati caratterizzati da deserti salini, savana e sconfinate pianure dove vivono oltre 114 specie di mammiferi e 340 di uccelli; le inconsuete formazioni granitiche tipiche della zona di Twifelfontein, “custode”  tra l’altro di stupendi tesori artistici costituiti da 2500 incisioni rupestri di 6000 anni fa raffiguranti animali, loro orme e qualche figura umana; la “montagna bruciata” e la “foresta pietrificata”; la colonia di otarie più grande di tutta l’Africa australe, e, infine, il deserto del Namib caratterizzato da una distesa senza fine di dune di sabbia rossa, le più alte delle quali si trovano a Sossusvlei.

Per vivere tutto questo Hotelplan propone un nuovo tour per minimo due persone, il Self drive – Arcobaleno africano 15 giorni e 14 notti. Dopo l’arrivo a Windhoek e il pernottamento al Villa Verdi Hotel, il viaggio proseguirà verso il deserto del Namib. Il deserto si estende per 2000 chilometri lungo la costa dell’Africa Sud-occidentale, dal fiume Oliphants in Sudafrica fino a San Nicolau, in Angola meridionale. Il suo nome, originario della lingua Nama, lo descrive propriamente: il nulla, il “luogo di nessuno” e di conseguenza “Vasto Spazio Aperto”. E’ il più antico e più estremo deserto della Terra, insieme a quello di Atacama in Cile ed a quello della Bassa California; qui i paesaggi presentano una tale varietà che pur essendo desolati riescono ad offrire al visitatore un’intera gamma di emozioni.

Dopo la prima colazione e il pernottamento al Namib Desert Lodge il tour proseguirà verso il Dne Sossusvlei e Sesriem Canyon. L’intera mattinata sarà dedicata all’esplorazione delle famose dune rosse. Per chi vorrà ci sarà la possibilità di salire su una di esse per ammirare il magnifico panorama e i giochi d’ombra. Al termine della visita si proseguirà per il piccolo e suggestivo Sesriem Canyon, una gola profonda 40 metri, tagliata nella roccia calcarea risalente a milioni di anni fa.

Il quarto giorno sarà dedicato alla visita della cittadina di Swakopmund, situata nei pressi dell’oceano atlantico. Si consiglia la crociera nella baia di Walvis bay per ammirare le otarie, i delfini e i fenicotteri rosa. Il viaggio proseguirà a Swakopmund dove sarà possibile dedicarsi al relax e alla scoperta della cittadina  della Namibia occidentale.  Swakopmund  sorge sulla costa atlantica, in corrispondenza della foce a delta del fiume Swakop, da cui prende il nome. Il giorno successivo si proseguirà in direzione nord verso Twyfelfontein.

La giornata sarà dedicata all’esplorazione dell’area che include le pitture rupestri realizzate dai cacciatori San circa 6000 anni fa, le inconsuete formazioni granitiche tipiche di questa zona chiamate “Organ Pipes”, la “Montagna Bruciata” e la “Foresta Pietrificata”. I due giorni successivi si farà tappa a Etosha, parco nazionale dal 1907 che copre un’area di oltre 22.270 chilometri quadrati. Si pernotterà all’Etosha Safari lodge situato al di fuori del parco. Si proseguirà quindi in direzione nord verso Outjo e Grootfontein con pernottamento al Tsumkwe Lodge. Nel pomeriggio si potrà acquistare in loco un’escursione guidata al villaggio dei boscimani.

Il decimo giorno si farà tappa a Caprivi con sistemazione presso il Ndhovu Lodge situato sulle sponde del fiume Okavango. Il resto della giornata sarà a disposizione per scoprire la riserva di Mahango o partecipare ad alcune attività acquatiche. Il giorno successivo si partirà per il parco nazionale Chobe con sistemazione al Chobe Safari Lodge situato non lontano dal centro di Kasane. Nel pomeriggio sarà possibile partecipare ad una delle diverse attività proposte dal lodge. Il tour si concluderà con gli ultimi quattro giorni prima al Parco Nazionale Chobe con due fotosafari al giorno e successivamente a Livingstone. La quota per persona in Self drive, per il periodo dal primo Maggio al 31 Agosto, in camera doppia, è di 2.665 euro, in singola di 3.210 euro. La quota volo è di 714 euro (775 euro in alta stagione) con 390 euro di tasse aeroportuali.  Le quote comprendono: pernottamenti negli hotel indicati o similari in trattamento come da programma, noleggio categoria Nissan X Trail 2×4 inclusiva di assicurazione “super cover” e chilometraggio illimitato.
Le quote non comprendono: voli, visti, bevande ai pasti, mance, e tutto quando non espressamente indicato nel programma e nella voce “Le quote comprendono”.

in collaborazione con Hotelplan Italia

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen