close
africa_impresa

In Italia 126mila imprese con titolare africano, oltre 24mila in Lombardia, quasi 11mila imprese a Milano, +9,1% in un anno. Protagonisti: Egitto, Marocco, Senegal, Tunisia. Chi cresce? Ghana e Nigeria. Un interscambio da 4,2 miliardi in sei mesi.

Inaugurata alla triennale di Milano la mostra Africa Big Change Big Chance”che sarà visitabile fino al 28 dicembre 2014 dove vengono rese palesi le dinamiche delle grandi trasformazioni in corso in Africa.  Cambiamenti e possibilità che hanno permesso di rendere sempre più forte il legame anche con il nostro Paese.

In Italia sono oltre 126mila le imprese con titolare africano e oltre 124mila gli addetti, in continua crescita dal 2011. In Lombardia circa un’impresa su cinque per un totale di quasi 30mila addetti. Nel 2014 Milano conta 10.837 imprese con titolare africano (il 43,9% delle lombarde, + 9,1% in un anno) con 14.388 addetti. In regione seguono, sia per numero di imprese che per numero di addetti, Brescia (2.892 con 3.358 addetti) e Bergamo (2.488 con 2.681 addetti).

Tra i paesi più rappresentati in Italia troviamo il Marocco con il 48,3% delle imprese con titolare africano (quasi 61mila imprese). In Lombardia ed a Milano e provincia  invece dominano le imprese con titolare egiziano (rispettivamente 8.821 e 6.180), seguite da marocchini, senegalesi e tunisini. Il record di crescita va rispettivamente al Ghana per l’intera penisola (+26,1%) e alla Nigeria per la Lombardia e Milano e provincia (+13,1% e + 19%).

Nei primi sei mesi del 2014 l’interscambio tra Lombardia e Africa è stato pari a 4,2 miliardi, prime province Milano con 1,8, Brescia con 634 milioni, Varese, Bergamo e Pavia con circa 400; mentre i primi Paesi per interscambio sono Algeria, Egitto, Tunisia, Repubblica Democratica del Congo, Nigeria, Sud Africa, Marocco e Libia.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen