close
Varie

A K-idea vince ancora la creatività e l’inventiva made in Italy

kidea

Centinaia di idee arrivate dall’Italia e oltreconfine, sessanta idee innovative selezionate e tre vincitori finali. Sono solo alcuni dei numeri della VI edizione di K-idea, il concorso nato sei anni fa su iniziativa del Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso di Bergamo, con l’obiettivo di dar voce a idee e invenzioni di giovani e meno giovani. Impiegati, liberi professionisti, ricercatori, architetti, imprenditori, ingegneri, manager e anche pensionati; tanti e diversi i profili dei protagonisti di questa edizione 2014. Per tutti un unico filo conduttore: la voglia di dare forma e voce al proprio ingegno e una forte spinta creativa.

All’evento di premiazione che si è tenuto nei giorni scorsi presso il “Centro delle Professioni” in Kilometro Rosso, sono intervenuti: Alberto Bombassei, Presidente Kilometro Rosso; Mirano Sancin, Direttore per lo Sviluppo Scientifico e l’Innovazione Kilometro Rosso. Le tre idee vincenti sono state selezionate da un Comitato creato ad hoc e composto da: Gabriella Brambati (3A Commercialisti Associati), Luca Canepa (Associazione IBAN), Francesco Chimini (Jacobacci & Partners), Roberta Gilardi (Umania), Leonardo Marabini (Kilometro Rosso), Emilio Mezzanotte (Brembo), Maria Teresa Pesenti (Istituto Mario Negri), Angelo Rondi (Umania), Mirano Sancin (Kilometro Rosso). Tra le idee arrivate ne sono state selezionate una sessantina ritenute meritorie di una seconda valutazione.

E alla fine sono stati premiati: Filippo Scorza con il “My Angel Care”; Gabriele Ceruti con il “P2R – Play to Rehab”; Filippo Bastianini con il “Sesto Sensor”.

My Angel Care di Filippo Scorza

L’idea è stata selezionata per l’adesione al crescente trend delle innovazioni legate al mondo dei servizi alla persona e definita la migliore tra le idee pervenute in ambito Servizi. My Angel Care è un servizio in-cloud di immagazzinamento dati, abbinato ad un oggetto indossabile, che contiene le informazioni personali di primo soccorso proprie o di propri cari, con finalità di sicurezza e protezione. Si tratta di un braccialetto in silicone con un tag Nfc che permette di leggere e trasmettere i dati sanitari di primo soccorso di chi lo indossa in un cloud, tramite smartphone o tablet.

P2R – Play to Rehab di Gabriele Ceruti

L’idea è stata premiata per la sua forte valenza sociale e il grado di innovatività. Si tratta di un sistema per la riabilitazione neuro-motoria tramite sistemi-ambiente interattivi, ideato principalmente come videogioco interattivo per console, ma applicabile anche ad apparecchiature medico ospedaliere per la riabilitazione ed a strumenti per il fitness.

“Sesto Sensor” di Filippo Bastianini

Il progetto è stato premiato per l’originalità, l’applicabilità e come migliore idea pervenuta in ambito Business to Business. Si tratta di un sensore a fibra ottica come soluzione per applicazioni su elettrodotti e oil&gas, in quanto intrinsecamente sicuri in applicazioni ad alta tensione e in ambiente a rischio esplosione o incendio.

Altre 21 idee hanno inoltre ricevuto una segnalazione. Si tratta di:
  • AirVest – Giubbetto di sicurezza per il mondo del lavoro. Di Marco Contigiani
  • Armilla – Bracciale abbinato a piattaforma social, che consente di mettersi in contatto in “prossimità” di altri soggetti che lo indossano, anche quando non si è on-line. Di Alfredo Fabiano.
  • Barra spaziatrice della spesa – Evoluzione della comune barra che separa la spesa tra un cliente ed un altro. E’ stato introdotto nella barra un display a led con scroll orizzontale di caratteri, alimentato da una batteria ricaricabile. Di Ermanno Mascheroni.
  • Bicchiere accoppiabile e sostitutivo di tappo – Brevetto di tappo per bottiglie in plastica, che funge anche da bicchiere. Di Luca Teruzzi.
  • Bike seat bag – Re-design dei seggiolini bicicletta per bambini, integrato dalla trasformabilità dello stesso in borsa. Di Basilia Barcella.
  • Biomarcatore del tumore polmonare, relativi metodi diagnostici – Ricerca sul tumore polmonare e metodi di diagnosi. Di Rosalinda Sorrentino.
  • Box – Guscio in calcestruzzo armato alleggerito prefabbricato, realizzato per colaggio all’interno di uno stampo. E’ un involucro autoportante, una “stanza” aperta su due lati facilmente trasportabile ed allestibile potenzialmente in infiniti modi per ottenere molteplici funzioni. Di Marco Camplani.
  • Calciobalilla Trolley – Campo da gioco tradizionale, dotato di una struttura con sistema ribaltabile in posizione verticale, che consente di spostare il calciobalilla agilmente senza smontare e/o rimontare alcun supporto. Di Roberto Chiodi.
  • Camera d’aria antiforatura – Camera d’aria piena con all’interno una piccola intercapedine d’aria, che può essere modificata variando il volume d’aria immesso, e che agendo dall’interno della “camera” la rende più o meno morbida, evitando forature e/o inutilizzo del copertone. Di Stefano De Vincenzi.
  • Energy Tree – Struttura verticale per arredo urbano, di forma sferica con taglio inclinato, rivestita di verde artificiale e dotata di pannello solare per la produzione di energia elettrica stand alone, con possibilità di illuminazione integrata. Di Stefano Lussana.
  • èPasta – Progetto di “street food” per veicolare la cultura italiana della pasta e della dieta mediterranea a livello globale, anche in ambiti dove lo “street food” è realtà da sempre. Il progetto prevede il coinvolgimento di produttori Italiani per veicolare la comunicazione del prodotto “pasta” italiana in contesti più ampi. Di Damiano Alberti.
  • Garanteasy – Sito web che rende la garanzia semplice e sicura, aiutando i consumatori a tutelare in modo semplice tutti i loro acquisti. Di Stefano Chiarva.
  • Girasole nido – Elemento girevole collocabile in un luogo protetto all’aperto che si trasforma in “nido” personale (ad es.: area pranzo, lettino relax, etc…). Di Basilia Barcella.
  • Il Fiorello – Ombrello non rovesciabile in carbonio, che mantiene in posizione chiusa una superficie del telo. Di Gino Midali.
  • JOS-Just One System – Start-up che offre tecnologie altamente qualitative per l’alimentazione, la ricarica e la gestione dei dispositivi elettrici ed elettronici. Di Marco Ariani.
  • La Venere – Lampada per ambienti di lusso. Di Ettore Marta.
  • Lampade Poliedriche – Lampada in materiale plastico poliedrica basata su figure piane regolari. Di Giuseppe Milesi.
  • M-wheel – Mezzo di locomozione che sfrutta la spinta motoria del corpo umano.
  • Di Marcello Cavagna.
  • My Buggy – Carrello adattabile a tutte i bauli delle automobili, con un semplice sistema di chiusura/apertura della struttura – provvista di rotelle – può essere facilmente estratto dalla stessa. Di Basilia Barcella.
  • Tavoletta di supporto – Involucro con funzione di supporto per contenitori di alimenti e/o mattonelle di ghiaccio da inserire in frigoriferi/congelatori/borse frigo. Di Giuseppe Bagnasco.
  • X-metrics – Dispositivo indossabile ergonomico settato su particolari parametri biologici e biomeccanici da applicare dietro le orecchie utilizzato dai nuotatori per conoscere tutto sul proprio sforzo fisico e performances. Di Francesco Quartuccio.

Guarda la fotogallery

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen