close
Economia/Imprese

In Lombardia per ogni fallimento aprono 19 start up

start up lombardia

Sondrio prima per “indice di reattività alla crisi” con 34 nuove imprese per fallimento. Seguono Pavia, Lodi e Como. A Monza e Brianza per ogni procedura fallimentare nascono 21 attività imprenditoriali.

Per ogni fallimento in Lombardia hanno aperto 19 start up tra gennaio e settembre 2014. A fronte di 2.362 imprese che sono entrate in procedura fallimentare nei primi 9 mesi dell’anno, nella regione sono nate 45mila nuove attività imprenditoriali. Guardando ai territori, Sondrio è prima in classifica per “indice di reattività alla crisi”: vale a dire che per ogni impresa fallita tra gennaio e settembre, ne sono nate quasi 35. Seguono Pavia con un rapporto tra nuove nate e attività entrate in fallimento del 25,6, Lodi (25,2) e Como (25,1). A Monza e Brianza per ogni procedura fallimentare ci sono 21 nuove imprese (3.714 iscritte tra gennaio e settembre e 181 fallimenti). A Milano rispetto alle 986 imprese entrate in fallimento hanno aperto quasi in 18mila, con un indice di “reattività” del 18,1. è quanto emerge da una elaborazione dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese. La Camera di commercio di Monza e Brianza, in collaborazione con Formaper, con lo Sportello Punto Nuova Impresa ogni anno supporta più di 600 aspiranti imprenditori che intendono aprire una nuova impresa, assicurando loro percorsi specialistici mirati, mettendo a disposizione gratuitamente un servizio di consulenza.