close
Economy

Le donne lombarde aprono un’impresa ogni 38 minuti

tavolo_expo

Durante la giornata mondiale contro la violenza sulle donne si è tenuto Tavolo Expo. Al tavolo composto da giovani donne solo una sedia vuota: «Posto occupato», in questo caso da un manifesto, a simboleggiare la violenza contro le donne che non accenna a fermarsi, soprattutto in Italia.


In Lombardia sono 152 mila le imprese al femminile, solo Milano ne conta 50 mila: signore che danno lavoro a 371 mila persone in regione e a 127 mila nel capoluogo. In occasione di Expo saranno 2 mila le nuove imprese femminili che prenderanno avvio. «Abbiamo voluto creare un’occasione di coordinamento sul territorio regionale di imprese. Grazie all’Esposizione Universale sul territorio lombardo ci saranno 3 miliardi di produzione aggiuntiva» ha detto Federica Ortalli, presidente del comitato Imprenditoria femminile e membro della giunta della Camera di Commercio.

In Lombardia nascono 38 imprese di donne al giorno: 15 a Milano, 6 a Brescia, 4 a Bergamo, 2 a Varese e una nelle altre province. «Con questa occasione dedicata alle start up lombarde aiutiamo le imprese femminili a cogliere le occasioni economiche e di lavoro offerte da Expo» commenta Mina Pirovano, presidente del coordinamento dei comitati imprenditoria femminili lombardi e del comitato di Monza e Brianza. Secondo la Camera di Commercio la ricaduta di Expo sull’economia milanese fino al 2020 sarà di 102 mila posti di lavoro, 27 mila sul resto della Lombardia. Sul territorio milanese la produzione aggiuntiva sarà di 12,7 miliardi.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen