close
Economy

Expo genera business e nuovi posti di lavoro

lavoro_expo.jpg

Secondo una stima dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza, sono previsti nel 2015, 1.100  i nuovi posti di lavoro generati da Expo, diretti (per gestire tutti i servizi e le attività messe a disposizione del pubblico nel sito dell’Esposizione Universale, dal back office all’accoglienza, dalla somministrazione di cibo e bevande all’intrattenimento) e indiretti, connessi all’aumento del PIL.

 

Complessivamente le assunzioni previste in Lombardia nel 2015 sono oltre 108mila, crescono le entrate rispetto allo scorso anno (+13,3% in Lombardia), in particolare per i contratti di lavoro dipendente (+23,1%). Sono circa il 14%  le imprese lombarde che prevedono di assumere nel 2015. Il 31% delle aziende ricerca lavoratori per gestire la domanda in ripresa, il 35,6% per sostituire il personale in uscita o in maternità, l’11% per esigenze stagionali legate a picchi di lavoro. C’è poi il 4,3% delle imprese che ha in previsione di internalizzare lavoratori esterni o precari e circa l’8,9% per espandere le vendite e sviluppare nuovi prodotti o servizi.

Rispetto allo scorso anno, i contratti a tempo indeterminato passano dal 18,2% al 27,8% delle assunzioni (+73,3%), anche grazie all’effetto del Jobs Act e diminuiscono invece i contratti a progetto (da 12,5% a 5,6%). In Lombardia tra le assunzioni di difficile reperimento, che rappresentano il 10,4%, i profili più complicati da ricercare sono gli operai specializzati e conduttori di impianti e macchine nel settore dell’industria (16,6%) e i dirigenti, impiegati con elevata specializzazione e tecnici nel settore dei servizi (15,4%). È quanto emerge da elaborazioni e stime dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza, su anticipazioni dal Sistema Informativo Excelsior 2015 e indagine “Economia e Impresa 2015” realizzata dalla Camera di commercio di Monza e Brianza.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen