close
Varie

Agroalimentare: 53 mila imprese con 120 mila addetti in Lombardia

images_News_articoli_business_agricoltura

Agroalimentare, 53 mila imprese in Lombardia con 120 mila addetti: nei primi sei mesi del 2015 export da 1,3 miliardi. Brescia, Milano, Mantova, Pavia, Bergamo e Cremona tra le più attive

Sono 53 mila le imprese nel settore agroalimentare in Lombardia con 120 mila addetti su 1 milione in Italia.

In Lombardia, di queste, 46 mila sono nell’agricoltura e 6 mila nell’industria alimentare e delle bevande. Tiene il settore per numero di imprese tra il 2014 e il 2015. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese e Istat al 2014 e 2015. Sui temi di Expo oggi il confronto all’iniziativa promossa da Camera di commercio e Consulta provinciale delle professioni, accanto ai rappresentanti di ordini e associazioni professionali.

In Lombardia Brescia ha 11 mila imprese e 18 mila addetti, Milano 5 mila con 31 mila addetti, Mantova 8 mila imprese, con 14 mila addetti, Pavia 7 mila imprese con 8 mila addetti, Bergamo 6 mila imprese con 11 mila addetti, Cremona 4 mila imprese con 11 mila addetti.

All’interno dell’agroalimentare cresce anche il settore green: posate biodegradabili, bicchieti, piatti e contenitori take away sempre più richiesti sia nella ristorazione take away, sia dagli stessi privati. 

“Il confronto di oggi sui temi di Expo è un appuntamento utile per condividere i temi e anche l’impatto che la manifestazione ha per tutte le professioni lombarde – ha dichiarato Alessandro Solidoro, consigliere della Camera di commercio di Milano e presidente dell’Ordine Commercialisti -. Si tratta di essere preparati alle novità e agli orientamenti sui temi legati all’agricoltura e all’alimentazione che diventano sempre più oggetto del nostro lavoro in questo periodo come conseguenza degli incontri d’affari che si stanno sviluppando sul territorio e a livello internazionale”.

Le imprese agricole in Italia si concentrano a  Bari (26 mila), Foggia (25 mila), Cuneo (20 mila), Salerno, Bolzano e Verona (circa 16 mila). L’industria agroalimentare è più presente per numero di imprese a Napoli (3 mila), Roma, Bari, Salerno, Torino, Milano, Palermo e Catania (circa 2 mila).  Per addetti in agricoltura, con circa 20 mila, prime Bolzano, Cuneo, Bari, Foggia, Verona. Per addetti nell’industria, prime Milano, Verona e Cuneo con circa 20 mila e Parma con 14 mila.

Export da 1,3 miliardi nei primi sei mesi del 2015. Nei primi sei mesi del 2015 è di 1,3 miliardi l’export lombardo del settore, su un totale italiano di 9 miliardi, un dato in lieve crescita rispetto all’anno scorso. L’import regionale è di 2,5 miliardi su un totale nazionale di 10 miliardi. Milano in sei mesi ha importato per quasi un miliardo ed esportato per 399 milioni. Lodi ha importato per 243 milioni e Brescia per 217. Per l’export, Bergamo ha avuto un business estero per 152 milioni, Mantova di 144, Brescia e Pavia di oltre 120. La Lombardia esporta circa 250 milioni di euro sia negli altri prodotti alimentare che nei lattiero caseari, 215 milioni nelle bevande e circa 150 milioni nei prodotti da forno e nella carne lavorata. La maggior parte dell’export va nei paesi dell’Unione Europea, novecento milioni, 140 milioni verso l’America, 110 milioni verso l’Asia, 24 milioni verso l’Africa, 24 milioni verso l’Oceania.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen