close
Viaggi e Hotel

Le cose più importanti da fare a Vieste

vacanze_a_vieste

Vieste è una delle località del Gargano più conosciute e più frequentate dai turisti che qua giungono da tutte le parti d’Europa. 

Vieste è facilmente raggiungibile sia in auto che in treno ed autobus: numerosi sono gli allacciamenti ferroviari e anche le compagnie private che effettuano collegamenti diretti da molte città italiane. Pare che Vieste sia stata abitata per un certo periodo da alcuni coloni greci: questi le diedero il nome di Apeneste, che significa rifugio isolato e che venerassero in modo particolare la dea del focolare domestico, ovvero Estia. Questo culto si diffuse anche tra gli abitanti locali e tra i romani, ma con il nome di Veste, che poi divenne anche il nome della città. Vista la particolare posizione del suo territorio, che si spinge in mare avanzato e che permetteva quindi il controllo su tutto l’Adriatico, Vieste fu a lungo contesa nel periodo medievale da Bizantini, Longobardi, Normanni, Arabi, Ven eziani e Borboni. Per questo troviamo ancora i resti di tantissime torri di avvistamento, che tra l’altro non sempre erano certezza di protezione.

Normalmente chi viene a Vieste lo fa per godere delle meravigliose spiagge che si trovano lungo il suo territorio e nei dintorni, ma la cittadina pugliese offre anche piacevoli alternative come la visita al castello, al pittoresco centro storico e alla cattedrale e vari itinerari gastronomici dove assaggiare i prodotti tipici del luogo. Soggiornando in uno dei numerosissimi appartamenti a Vieste sul lungomare, si può salire sulla rocca a picco sul mare che ospita il centro storico, caratterizzato da stradine tortuose, casette basse colorate di bianco, dagli archi che le collegano e dalle scalinate che salgono fino ai punti più alti. Il castello fu eretto da Federico II di Svevia, poi fu ricostruito dagli Spagnoli nel 1537: si tratta di un edificio a pianta triangolare delimitato da tre lati da tre enormi bastioni pentagonali, solo il lato sud ne è privo. A parte il suggestivo panorama che si può godere dal cast ello, merita di essere visitato il Museo degli strumenti di tortura medievali ospitato dal castello stesso: qui gogne, maschere di ferro, forche e altri strumenti del genere aspettano di essere visitati da appassionati del genere. Nel centro storico di Vieste troviamo anche la Cattedrale, che svetta tra le antiche case: la Cattedrale fu costruita per la prima volta nel XI secolo, poi fu ricostruita varie volte a causa dei vari danni subiti durante le razzie e a seguito di un violento sisma. Al suo interno si erge una statua di legno che raffigura la Santa Vergine Maria di Merino a cui è consacrata la Cattedrale stessa: la Cattedrale fu eletta Basilica Minore nel 1981 da Papa Giovanni Paolo II. Oltre a questa statua si possono ammirare i bellissimi affreschi della Trinità, della Madonna del Rosario e della Madonna col Bambino.

Se il centro storico con i suoi monumenti è arroccato nella parte montagnosa, sulla costa Vieste è super attrezzata per ospitare migliaia di turisti: il Gargano è molto frequentato per le sue acque cristalline che nulla hanno da invidiare a quelle dei Caraibi, per le numerose spiagge e calette di sabbia e di ghiaia e anche per le grotte marine. Gli appassionati di snorkeling ed immersioni non rimpiangeranno sicuramente la barriera corallina e quelli di surf le onde di Bali: Vieste infatti essendo molto avanzata sul mare è spazzata da tutti i venti ed in alcune spiagge le onde sono davvero alte. Sulla costa di Vieste si alternano spiagge dal fondo sabbioso e basso adatto alle famiglie con bambini a spiagge rocciose dai fondali molto profondi fino ad arrivare a calette riparate e romantiche per i fidanzati in cerca di coccole private. Da vedere perchè molto caratteristica l’enorme roccia bianca incastrata nella sabbia davanti al paese, chiamata Pi zzomunno. Non si può andare in vacanza a Vieste senza assaggiare i piatti tipici del luogo: a parte i piatti a base di pesce sempre fresco, il consiglio è quello di provare anche la cucina tipica piena di tradizione di questi luoghi, sempre accompagnata da pregiati vini locali. Nei dintorni di Vieste si può visitare la Foresta Umbra: lungo i suoi sentieri, a piedi o in bicicletta, si possono spiare le numerose specie di animali selvatici, ma anche incontrare mandrie e greggi al pascolo. Anche i vicini Laghi di Lesina e di Varano meritano sicuramente una visita: qui si può praticare la pesca d’acqua dolce e fare lunghe passeggiate in bicicletta.”

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen