close
Varie

La fine dell’’era del petrolio è vicina: un terzo delle auto sarà elettrico a partire dal 2040

no thumb

Da diversi anni ormai si parla di come le auto elettriche sono il futuro dell’automotive. Tuttavia non si era ancora in grado di stimare con una certa sicurezza il momento in cui tale tecnologia avrebbe preso definitavemente preso piede. Ora si è certi che questo è un passo fondamentale per avviare uno sviluppo sostenibile.

Un recente studio pubblicato da Bloomberg New Energy Finance ha però affermato che questa nuova generazione di automobili presto si imporrà nel settore. In particolare, nel 2040 ben il 35% delle nuove vetture verrà alimentata ad elettricità. Considerando che attualmente la quota di mercato è limitata ad un esiguo 1% sorge spontaneamente la domanda su come si possa sostenere tale tesi.

Secondo gli studiosi il prezzo delle auto elettriche a lungo raggio sarà inferiore ai 20mila euro a causa del molto probabile crollo del costo delle batterie agli ioni di litio. Infatti basti pensare che questa sola componente costa ben il 65% in meno rispetto a 6 anni fa e che, secondo Colin McKerracher di Bloomberg New Energy Finance, tra venti anni il prezzo è destinato a scendere di due terzi. Tra soli 10 anni un’auto elettrica costerà meno di una qualunque vettura dotata del classico motore a combustione, senza contare l’effetto di probabili fondi stanziati dai governi per incentivare la transizione. Anche negli tempi, diverse case automobilistiche hanno iniziato a commercializzare i primi modelli a prezzi decisamente più accessibili rispetto il passato.

Se da una parte si assisterà all’ascesa di aziende, come Tesla e Toyota, che da anni investono nello sviluppo di questa tecnologia, dall’altra parte le imprese meno lungimiranti vedranno ridurre drasticamente il loro volume di affari. L’anno scorso il tasso globale di crescita di questo settore è stato del 60% e, a detta della casa automobilista americana, non sembra volersi arrestare almeno fino al 2020. Ben presto si arriverà dalle circa 460mila vetture attualmente circolanti ad oltre 40 milioni: un numero che a prima vista può sembrare irreale ma che, osservando l’impatto avuto nel passato da novità del genere nello stesso settore, può essere tranquillamente raggiunto con la tecnologia e i metodi di produzione odierni.

Tuttavia non è da sottovalutare l’impatto che il prezzo del petrolio potrà avere su questo cambiamento epocale. Attualmente il mercato e i principali broker finanziari, come IG, prezzano il Brent intorno ai 39,51 dollari e il WTI a quasi 39 dollari. Secondo Salim Morsy, senior analyst presso Bloomberg New Energy Finance, la futura quotazione del greggio si aggirerà intorno ai 50 dollari per barile arrivando, nel 2040, a 70 dollari. Qualora questa previsione venisse smentita dai fatti e il prezzo dell’oro nero scendesse rispetto ai livelli attuali, il processo precedentemente illustrato subirebbe un inevitabile slittamento verso il 2030.

Qualunque saranno le tempistiche, quello del passaggio alle vetture ad alimentazione elettrica è un momento indispensabile per poter iniziare ad intraprendere uno stile di vita più sostenibile.

Business&Gentlemen

The author Business&Gentlemen