close
Viaggi e Hotel

Madonna di Campiglio per famiglie

campiglio_3-3

Madonna di Campiglio, oltre che essere una località mondana, risulta essere anche una destinazione ideale per le famiglie che possono passeggiare su dei percorsi a loro dedicati. Infatti, sono stati attentamente selezionati degli itinerari che hanno tenuto conto della presenza di bambini piccoli sia per il grado di difficoltà, quanto per offrire l’occasione di conoscere la storia del territorio, le sue tradizioni e la cultura della sue genti.
A Madonna di Campiglio è possibile  scegliere tra vari tipi di itinerari: verde (possibile  per famiglie con passeggini), giallo (dedicato a famiglie con bambino a tracolla), arancione (per bambini che camminano), blu (per famiglie allenate) e rosso (per famiglie fortemente allenate)
Ecco alcuni itinerari tipo.

– Percorso Verde (Centro Storico)
Durata: circa 75 minuti
Lunghezza: 3,3 km
Pendenza: 25 metri dislivello
Punti di interesse: 3
Avendo dietro di se l’ufficio informazioni turistico, prendete la sinistra e superato l’hotel Des Alpes imboccate la strada alla vostra destra. Dopo aver superato la chiesa e S. Maria Antiqua (punto di interesse) e il vicino salone Hofer (punto di interesse) alla fine della strada, prendete la via principale per 1100 metri verso sinistra. Percorrerete via Monte Spinale passando di fronte alla cabinovia ed il laghetto dove, alla fine, dovrete imboccare la strada alla vostra sinistra che conduce a Vallesinella e dopo un centinaio di metri di nuovo a destra superando la piazza (p.le Brenta) e continuando sulla sinistra verso il piccolo ponte sul Sarca. Dopo aver girato a destra fino al termine della stradina continuate sulla sinistra fino all’incrocio dove, nuovamente a destra percorrerete viale Dolomiti di Brenta incontrando due piazze (piazza Sissi e piazza Righi) ed entrando nell’area pedonale da dove raggiungerete lo stadio dello Slalom (punto di interesse) che sorpasserete prima di girare a destra verso la cabinovia e scendere fino a ritornare al vostro punto di partenza.

-Percorso Giallo (giro di Campiglio)
Durata: circa 150 minuti
Lunghezza: 6,5 km
Pendenza: 150 metri dislivello
Raggiungere la conca verde, ossia il parco al centro di Campiglio e da li salire verso la cabinovia Spinale e proseguite per il Centro Congressi da dove comincia il percorso giallo. Dopo aver seguito la strada asfaltata per qualche decina di metri imboccata a sinistra fino alla casa delle Regole e da li scendete lungo il bosco fino ad incrociare il Sarca che attraverserete grazie al ponticello che troverete. Continuate verso la sponda destra fino alla strada e poi attraversate dei boschetti fino alla statale che attraverserete costeggiando il fiumiciattolo prima di entrare nel bosco fino al sentiero dei Siori che vi porterà a via Adamello dove, dopo aver sorpassato una caserma, girerete sulla sinistra per entrare nel bosco dove proseguirete fino ad incrociare la cabinovia, il canalone e l’ingresso del tunnel della circonvallazione. Superato il Sarca di Nambino si troverete sulla strada per Val Nambino e da li fino al Rio Grotte che vi porta sulla strada asfaltata che conduce a Campiglio.

-Percorso Arancione (Montagnoli Zeledria Nambino)
Durata: circa 150 minuti
Lunghezza: 9,4 km
Pendenza: 300 metri dislivello
Avendo dietro di se l’ufficio informazioni turistico, prendete la sinistra lungo la strada in salita fino a giungere al bivio e da li, al sentiero delle grotte fino alla cabinovia di Grostè proseguendo sulla destra verso la pista che vi farà giungere alla Malga Montagnoli. Da qui, imboccate la strada forestale  che arriva a Campo Carlo Magno dove troverete un incrocio dove imboccherete il sentiero di sinistra. Una volta giunti a Campo Carlo Magno, prendete la destra per costeggiare il campo da golf fino a giungere alla statale che attraverserete fino a prendere il sentiero che indica Palù da la Fava e che vi conduce a Malga Zeledria. Una volta raggiunta, procedete sulla strada forestale che vi farà incontrare la seggiovia e che non lascerete dino alla piana di Nambino da dove riscenderete verso Campiglio.

Redazione Cobalto

The author Redazione Cobalto